Giovane albanese con precedenti arrestato ed espulso dalla Volante a L’Aquila

L’AQUILA – Giovane albanese arrestato dalla Polizia dell’Aquila, ricercato per diversi precedenti, e poi espulso.

Ieri, agenti della Squadra Volante, in un controllo per prevenire e reprimere reati predatori e legato allo spaccio di droga, rintracciavano un albanese, già noto alle forze di Polizia.

L.R., 23 anni, con diversi numerosi pregiudizi di Polizia, tra cui “spaccio di stupefacenti, rapina, estorsione, danneggiamento, atti persecutori, evasione”.

Allo straniero era stato rifiutato il permesso di soggiorno per pericolosità sociale il 17 Aprile 2020 dal Questore di L’Aquila. Contro tale provvedimento l’albanese aveva presentato ricorso al Tar che, però, aveva respinto l’istanza.

Di seguito, nei suoi confronti l’Ufficio Immigrazione della Questura di L’Aquila ha effettuato riscontri nelle banche dati degli archivi di Polizia dove è emersa la sua elevata pericolosità sociale.

Acclarata la posizione di irregolarità, il Prefetto di L’Aquila ha emesso il provvedimento di espulsione del giovane albanese.

Il Questore, di conseguenza, ne ha disposto l’accompagnamento con la forza pubblica alla frontiera di Bari dove è stato imbarcato con destinazione il paese d’origine del cittadino extracomunitario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.