Grande seguito per il flashmob “Break the chain” contro la violenza su donne e bambini

Avezzano – Successo di partecipazione e di condivisione per l’annunciato flashmob in piazza Risorgimento denominato “Break the chain”.

L’evento organizzato da L.I.L.T. e FIDAPA è stato promosso nella giornata nazionale contro la violenza sulle donne, seguendo il trend nazionale che ha mobilitato grandi città, ma anche piccole realtà come quella marsicana.

Dopo la conferenza tenuta con le scuole dalla giornalista Sabrina Carreras ad Avezzano ed al contempo a Celano con il giornalista Carmelo Abbate, questa sera la città ha dato prova di partecipazione diretta con numerose persone accorse per questa manifestazione.

L’evento si è aperto e concluso con citazioni ed estratti di grandi discorsi storici sul tema dell’equità di diritti, sulla lotta alla violenza di genere e le conquiste nel tempo per tutte le minoranza. Tra i due tronconi dell’intervento c’è stato il flashmob, ovvero un raduno di persone per inscenare un’azione insolita. L’azione in questione è stata una coreografia ballata in gruppo sulle note di “Break the chain” di “One billion rising”. Il tutto incorniciato da una forte presenza del rosso, colore simbolo della manifestazione, che ha creato una composizione con scarpe col tacco e fontana illuminata a tema. Ovviamente anche le partecipanti si distinguevano per questo simbolo.

Avezzano dunque che si schiera apertamente contro la violenza sulle donne, partecipando anche a qualcosa di irrituale per la realtà cittadina. Causa che come redazione ci sentiamo di sposare a pieno, sempre e comunque.

19 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *