I Carabinieri di Rieti smascherano “furbetti” del reddito di cittadinanza

RIETI – I Carabinieri di Rieti hanno bloccato il reddito di cittadinanza a 10 persone, 6 rumeni e 4 italiani, denunciati alla Procura, in quanto percepito abusivamente.

Il gruppo è stato individuato dopo controlli di routine effettuati dai militari del Nucleo Ispettorato del Lavoro con altri reparti dell’Arma operanti sul territorio (territoriali e forestali).

Nella maggior parte dei casi, l’illecito è stato riscontrato attraverso dichiarazioni-documenti falsi nonché dopo aver accertato l’omissione di informazioni fondamentali.

In altri casi invece i titolari, ottenuto indebitamente il beneficio, non hanno comunicato le variazioni del reddito e del patrimonio.

È stata così bloccata l’indebita percezione del reddito di cittadinanza agli interessati, per un ammontare pari ad euro 51.227,00.

I Carabinieri del Lavoro di Rieti, quest’anno, col Comando Provinciale, hanno controllato 53 persone, arrestate o fermate, condannate o sottoposte a misura cautelare, interrompendo 20 indebite erogazioni del beneficio.

Complessivamente, è stato evitato un danno all’erario di oltre 300.000 euro.