Ieri sciopero dei lavoratori Eurospin Abruzzo e Molise per il rispetto del Ccnl e norme di sicurezza

PESCARA – Giornata di sciopero ieri in Abruzzo e Molise dei lavoratori e delle lavoratrici dei supermercati Eurospin.

A Pescara si è tenuto, all’esterno del punto vendita di via del Circuito, un sit-in con una rappresentanza dei lavoratori che ha distribuito volantini alla clientela che entrava e usciva dal punto vendita che era comunque aperto.

«Oggi (ieri ndr) c’è questa giornata di sciopero che siamo stati costretti a proclamare e che ha avuto una grande adesione sul nostro territorio in quanto Eurospin a fronte delle nostre richieste di un tavolo di confronto per le criticità che abbiamo sempre evidenziato si nega totalmente ad affrontarle per il sacrosanto diritto dei lavoratori del rispetto del CCNL e delle norme di sicurezza che Eurospin ignora.

E parliamo delle retribuzioni non in linea con i livelli di inquadramento, le flessibilità, la sicurezza, nonostante – spiega Davide Urbano, segretario Filcams Cgil Pescara – il gruppo Eurospin Lazio abbia un utile di esercizio di 74 milioni di euro.

Non è possibile sottrarsi al confronto. Nei prossimi giorni torneremo a chiedere un confronto con la proprietà sia a livello nazionale, perché la vertenza è nazionale, sia a livello territoriale e se questo non dovesse avvenire e si dovessero sottrarre al confronto, siamo pronti a ricorrere ad un’altra giornata di sciopero».

 (Fonte Ansa)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.