Il Comune di Avezzano chiede a Regione e Asl1 di liberare la “Vivenza” dal centro vaccinale

AVEZZANO – Scuole verso la riapertura, consentire la ripresa dell’attività didattica senza limitazioni per gli studenti della scuola “Vivenza” di Avezzano.

Il Comune bussa alla porta di Regione e azienda sanitaria locale per individuare una nuova sede per il centro di vaccinazioni della Asl 1.

Per fare il punto sulla situazione e valutare una struttura alternativa alla palestra della Vivenza, il vice sindaco, Domenico Di Berardino, si è rivolto al presidente Marsilio e agli assessori regionali a Sanità, Patrimonio e Attività produttive, Veri, Liris e D’Amario, nonché al Dg della Asl1, Ferdinando Romano.

Domenico Di Berardino

«Senza per questo voler interferire nelle competenze della Regione e della Asl rispetto alle questioni legate alla tutela della sanità pubblica, nello spirito di leale collaborazione istituzionale – scrive Di Berardino nella richiesta di incontro urgente – l’amministrazione chiederà a Regione e Asl di individuare una sede idonea per trasferire il centro vaccinazioni dalla Vivenza, anche nell’area del Nucleo industriale o dell’Interporto (che ci pare molto più indicata del Nucleo industriale non foss’altro che per la logistica ndr), molto ben collegate con il circondario della Marsica».

L’obiettivo dell’amministrazione Di Pangrazio è quello di arrivare alla riapertura delle scuole senza limitazioni nelle attività didattiche degli studenti della Vivenza.

La palestra, poi, è utilizzata anche da numerose società sportive cittadine che non hanno un luogo dove far allenare gli atleti.     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *