Il Pd attacca il Sindaco di Avezzano: «Dopo De Cesare Anti-Papa ora Simonelli ospita il “Prof” che insulta Mattarella»

Anna Paolini (Pd): «È chiara la cultura dominante di questa Amministrazione. La città sprofonda anche da questo punto di vista»

AVEZZANO – Per il Pd, ma non solo per il Pd, appare ormai chiaro quale sia la tendenza culturale di riferimento dell’Amministrazione comunale di Avezzano Di Pangrazio II, quella nazionalista e di centrodestra. Lo afferma, in buona sostanza, la segretaria del circolo avezzanese del Pd, Anna Paolini, nel parlare dell’ultima esternazione di un membro della maggioranza in carica.

Dopo le esternazioni Anti-Papa di Lorenzo De Cesare del Natale scorso, ora abbiamo Nello Simonelli , aderente a “Nazione Futura“, che avrebbe ospitato in una manifestazione il prof. Marco Gervasoni, che sarebbe coinvolto in una indagine per offese sui social al Presidente della Repubblica Mattarella. Ma per la Paolini a peggiorare la situazione, ci sarebbero esternazioni del Tommasoni di carattere sessista e antisemita molto gravi.

Anna Paolini segretaria del Pd di Avezzano

Questa al nota di Anna Paolini per il Pd di Avezzano: «Da notizie di stampa nazionale abbiamo appreso che il prof. Marco Gervasoni, invitato dal consigliere comunale Nello Simonelli ad un dibattito politico in città lo scorso 10 aprile, è stato raggiunto da ordine di perquisizione nell’ambito dell’indagine per le offese sui social al Presidente della Repubblica. Così dopo lo scandalo delle offese al Papa da parte dell’Assessore De Cesare ora anche Mattarella: il livello di credibilità istituzionale della città sta scivolando sempre più in basso – dichiara la segretaria del circolo di Avezzano Anna Paolini – la cosa che atterrisce è il silenzio del sindaco Di Pangrazio davanti a tutto questo. Nel primo caso non solo non ha revocato l’incarico di assessore al De Cesare, reo di aver offeso sui social il Papa con terminologia sconveniente ad un rappresentate delle Istituzioni, ma addirittura gli ha affidato ulteriori deleghe nelle settimane passate come premio. Ora un suo consigliere, rappresentate della destra nazionalista si ritrova animatore di un’iniziativa politica con ospite d’onore un professore (già noto per aver colpito con un tweet sessita la vicepresidente della Regione Emilia Romagna Elly Schlein o ancora per aver appoggiato la Meloni -a proposito della Sea Watch- “La nave va affondata. Quindi Sea Watch bum bum…”) collegato a gruppi suprematisti e antisemiti tramite la piattaforma social russa VKontakte (una sorta di Facebook russo), come riportato dalla stampa nazionale, facendo incorrere la sua amministrazione per la seconda volta in pochi mesi in un incidente che la dice lunga sulla cultura dominante nel governo cittadino. Dopo il silenzio per De Cesare i consiglieri comunali che si dichiarano animati da sinceri valori democratici saranno in grado di esprimere la loro indignazione e la loro presa di distanza? Se è vero infatti che il professore sovranista va considerato innocente fino al terzo grado di giudizio, non si può certo tacere l’inopportunità delle sue parole e dunque della sua presenza invitato da un consigliere comunale che è anche presidente della commissione cultura. È questa la cultura che si vuole portare in città? Siamo molto preoccupati per Avezzano e non faremo mancare la nostra indignata presenza in ogni luogo, istituzionale e non, per respingere il linguaggio d’odio e il discredito delle istituzioni democratiche che certe iniziative determinano».

Se le cose vanno come sono andate con De Cesare, quindi, c’è da aspettarsi una promozione in vista per il consigliere Nello Simonelli quanto prima.

1 thought on “Il Pd attacca il Sindaco di Avezzano: «Dopo De Cesare Anti-Papa ora Simonelli ospita il “Prof” che insulta Mattarella»

  1. Apprezzo moltissimo Anna Paolini per l’intervento deciso e chiaro sulla iniziativa di destra del consigliere comunale Simonelli, non nuovo a simili protagonismi (uno per tutti la presentazione del libro autobiografico “Io sono Giorgia”, una signora che ha ereditato molto della “cultura” di destra del Paese, peccato per la giovane età…poteva aspettare qualche anno ancora e ci avrebbe fatto conoscere qualche luogo comune in più insieme al consigliere comunale di Avezzano). Naturalmente il sindaco della città, che al ballottaggio ho votato ob torto collo, sembra stare a suo agio in tale compagnia. Nonostante questa compagnia il piano sanitario regionale appena pubblicato dalla maggioranza regionale di destra penalizza ancora una volta la città e la Marsica intera. Insomma queste compagnie non sono produttive per il sindaco e farebbe meglio a favorire gli interessi della città e non quelli effimeri di chi vuole mettersi in evidenza senza concludere nulla. Un pò di coraggio Sindaco: richiami all’ordine democratico questi giovani privi di memoria storica costituzionale e coordina una iniziativa territoriale seria per la difesa della sanità territoriale della Marsica. E’ assolutamente necessaria: la situazione dell’ospedale è tragicamente pericolosa con personale insufficiente, reparti accorpati al limite della decenza per pazienti e personale, mentre il covid aggrava una situazione di precarietà e di prospettiva per tutti.
    E’ urgente una iniziativa importante che svegli la giunta regionale sul pezzo di sanità che ci riguarda, ma anche sulla riduzione del parco Velino Sirente che qualifica emblematicamente la giunta regionale di destra.
    Mario Casale Articolo UNO Avezzano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *