Il Progetto “Davide” vede la nascita di un cammino, quello della speranza e dell’inclusione delle persone speciali

L’AQUILA – Un nuovo modo di comunicare, di unire all’interno della società persone diversamente abili, il sostegno alle famiglie, una nuova casa per accogliere tutti quanti, grandi e piccini, per fare un “respiro”, per dare supporto ma soprattutto per tirare il meglio di ogni persona speciale.

E’ di questo che si occupa il Progetto DAVIDE, curato e progettato con tutto l’amore del presidente dell’associazione Autismo Abruzzo Onlus, Dario Verzulli, con il sostegno del Sindaco Pierluigi Biondi, che ormai da molti mesi sta offrendo e affiancando la nascita di molte iniziative, sanitarie, culturali, e sociali, e ovviamente tutte le persone che sono stati presenti e hanno dato un contributo al progetto: l’assessore alle Politiche Sociali Manuela Tursini, il segretario generale Lucio Luzzetti, il dirigente capo Dipartimento Tiziano Amorosi, il dirigente del Patrimonio Berardino Tarquini; per la Asl 1 L’Aquila, Sulmona, Avezzano Paolo Stratta, dirigente U.O.C. Psichiatria adulti; per il Comune di San Giovanni Teatino il sindaco Giorgio Di Clemente; la consigliera Sabrina Gentile, per lo staff del sindaco Nives Mammarella; per IKEA: store manager Arianna Semeraro, Valeria Faraone, Erica Pattara, Martina Di Deo e Claudio Di Maso incaricato della progettazione degli arredi; I’MPRINTNG Srl: sales manager Andrea Franchi, senza dimenticare le famiglie.

L’autismo, una parola a molti comune, spesso vista come un ostacolo, un destino fragile senza scorgere del potenziale in ogni persona che ne soffre, perché le menti diverse sono le prime ad arrivare oltre, oltre le regole, ma anche oltre i limiti, e Dario lo sa, ci crede, vede in tutti quei ragazzi ormai suoi figli del talento, qualcosa da sfruttare come tutti, e ci scommette, con Vladic Ciccotosto affetto da un lieve autismo, uno dei fotografi di grande talento.

Vladic, che ormai è amato e conosciuto da tutti con la sua determinazione per la fotografia, la sua chiacchiera fonte di sapere, colui che sa, un ragazzo in gamba e responsabile, un ragazzo che ha avuto la fortuna d’incontrare Dario. Insieme a suo fratello che è un ottimo disegnatore

La struttura a due passi dal centro storico dell’Aquila, si mostra sin da subito piena di luce e accogliente, e in particolare dalle finestre è possibile contemplare il Parco della Memoria di grande significato: ricostruito a seguito del sisma ha visto decine di vittime e che ora vede la nascita di DAVIDE.

Un rifugio per giovani e non che desiderano entrare in contatto con le attività e diventare loro stessi promotori della solidarietà e del donarsi, e quando Dario intende i regali non parla di cose materiali, senz’altro superflue, bensì di essere disposti a investire le stesse risorse per una banca del tempo, che successivamente verrà messa a disposizione delle famiglie con autismo che sono in stato di bisogno.

IKEA, di San Giovanni Teatino, per celebrare il suo decennale di presenza in Abruzzo, ha arredato completamente e gratuitamente tutti gli spazi dell’appartamento per offrire il proprio contributo a una società più giusta ed equa, “oggi, intendiamo mostrare la nostra consapevolezza e sensibilità nei confronti di coloro che sono chiamati a convivere con la condizione autistica: la nostra casa, che abbiamo il diritto di abitare, è una responsabilità condivisa da proteggere.” -ha affermato Arianna Semeraro, Store Manager della rinomata azienda.

“C’è una rinascita, c’è un segno di ripartenza che è fondamentale, – dichiara Dario – . Una cosa da cui partiranno tante idee sia per L’Aquila ma anche per le aree circostanti, uno spazio che possa permettere ai ragazzi con delle competenze di sviluppare le proprie capacità, e ad altri di ottenere vittorie, opportunità.”

 “Avere una sensibilità non è facile, queste persone ce l’hanno, per dire che non siamo noi i migliori, ma siamo tutti uguali con i migliori”, dice Giorgio Di Clemente.

“In questo fase complessa che tutti attraversiamo, le persone più fragili o che vivono condizioni di disagio sono una forte priorità per la nostra amministrazione – hanno commentato il sindaco Pierluigi Biondi e l’assessore alle Politiche sociali, Manuela Tursini – e con il Progetto DAVIDE, oltre all’assegnazione degli alloggi in comodato d’uso gratuito all’Associazione, sono state poste le basi per una progettazione condivisa”.

Il “Progetto DAVIDE” ha richiamato anche l’interesse della I’MPRINTING Srl di Roma che ha deciso di contribuire al sostegno dell’iniziativa donando un Display Interattivo Samsung, 

“È stato fatto anche un importante lavoro per mettere a disposizione ulteriori risorse come ad esempio il centro Alzheimer e i voucher in favore delle famiglie in situazione di bisogno; l’Alzheimer come l’autismo è un problema di tutti, la statistica ci dice che purtroppo ogni famiglia ha un fabbisogno in questo senso, è un problema dunque che riguarda la tenuta sociale delle comunità. Tutti hanno diritto alla dignità e a vivere un pezzo di vita con un pò di serenità”. conclude il Sindaco Biondi.

Il taglio del nastro è stato un momento emozionante, per tutti i presenti e non, un buon auspicio, il primo traguardo di una serie.