Il Questore di Pescara invita al rispetto dei limiti per evitare sanzioni e contenere i contagi Covid-19

PESCARA – Con ordinanza n. 6 del 10 febbraio scorso, il Presidente della Regione Abruzzo, al fine di contrastare la diffusione del virus, ha introdotto ulteriori misure finalizzate alla riduzione della mobilità nei comuni, province e aree metropolitane ove vi sia un incremento del tasso di positività sulla popolazione maggiore del 20%. L’ordinanza ha disposto per i Comuni di Pescara, Spoltore e Montesilvano, per 14 giorni, il divieto di ingresso/uscita nel e dal comune (la cosiddetta Zona Rossa), eccetto che per i casi comprovati da esigenze lavorative, da situazioni di necessità ovvero per motivi di salute. Inoltre, con il medesimo provvedimento, è stato disposto il divieto di stazionamento e assembramento nelle piazze, nei centri storici e in prossimità degli esercizi commerciali.

Luigi Liguori, Questore di Pescara

Nel richiamare l’attenzione sul provvedimento normativo che si aggiunge ad altri precetti nazionali, regionali e comunali in vigore, il Questore Luigi Liguori invita i cittadini alla massima collaborazione adottando comportamenti responsabili negli spostamenti da e verso i citati Comuni, ma anche nel rispetto del divieto di stazionamento e assembramento che vige non soltanto nella zona di Pescara centro e nella cosiddetta area della movida, ma anche in tutte gli altri spazi pubblici della città. La necessità di sensibilizzare le persone in tal senso scaturisce dai dati relativi ai servizi di vigilanza del rispetto delle norme anti-Covid svolti dalle forze di polizia nella giornata di giovedì, che hanno fatto registrare ben trenta sanzioni elevate, in particolare per la violazione del divieto di spostamento tra i Comuni indicati. Condizione che, a partire da domani, riguarderà gli interi territori provinciali di Pescara e Chieti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.