In montagna in sicurezza. Il vademecum di Guide Alpine, Cai e Soccorso Alpino e Speleologico Abruzzo per esperti e semplici appassionati

Cresce il numero degli appassionati della montagna che, soprattutto in estate, si aggiunge ad esperti alpinisti che amano ascendere le vette più belle della nostra regione.

Per farlo in sicurezza ed evitare di trovarsi in situazioni difficili, Guide Alpine Abruzzo, Cai Abruzzo e Soccorso Alpino e Speleologico d’Abruzzo, hanno elaborato il vademecum che vi proponiamo.

«Nel corso degli ultimi anni – complice anche la pandemia da Covid19 che ci ha costretti a lunghi periodi di isolamento casalingo e sociale – il numero dei frequentatori delle Montagne, in maggior parte escursionisti, è aumentato in modo esponenziale e questo non può che farci piacere perché risulta sempre più condivisa la nostra passione per le vette, i boschi, le valli come pure la ricerca di nuovi orizzonti, il desiderio di mettersi in gioco e la voglia di libertà.

La Montagna, per chi come noi la frequenta con professionalità e nel rispetto di quelle regole che consentono un maggiore margine di sicurezza nella pratica di attività escursionistiche, alpinistiche, speleo, ecc., è un luogo dove la gestione dell’esposizione al pericolo (RISCHIO) richiede consolidate conoscenze ed esperienze: la mancanza di preparazione, di conoscenza ed esperienza, la superficialità, l’imprudenza e l’inesperienza, sono troppo spesso causa di incidenti anche gravi.

Le elevate temperature che si stanno registrando nel corso di questa estate – ritenuta da metereologici ed esperti LA PIU’ CALDA DI SEMPRE – ci induce a condividere alcune raccomandazioni nella frequentazione della Montagna estiva al fine di rendere più sicure le escursioni e le altre attività in montagna che, nella maggior parte dei casi, vengono effettuate da sempre più persone nei fine settimana:

  1. PIANIFICARE L’ESCURSIONE;
  2. SCEGLIERE L’ITINERARIO PIÙ’ ADATTO E CONSONO ALLE NOSTRE CAPACITÀ;
  3. SCEGLIERE I NOSTRI COMPAGNI DI ESCURSIONE E AVERE BUONA INTESA;
  4. ANALIZZARE LE DIFFICOLTÀ TECNICHE DELL’ITINERARIO O VIA ALPINISTICA;
  5. AVERE UNA PREPARAZIONE FISICA E TECNICA IDONEA;
  6. AVERE ESPERIENZE MATURATE IN PRECEDENTI ATTIVITÀ;
  7. RIVEDERE ED AGGIORNARE LA PROPRIA ATTREZZATURA TECNICA;
  8. CONSULTARE IL BOLLETTINO METEOROLOGICO;
  9. IN CASO DI MINIMO DUBBIO AFFIDARSI A GUIDE ALPINE, ACCOMPAGNATORI DI MEDIA MONTAGNA, ACCOMPAGNATORI TITOLATI DEL CAI PER I PROPRI SOCI;
  10. IN CASO DI EMERGENZA ALLERTARE UNICAMENTE IL 118;

Inoltre, in questa estate particolarmente calda, per rendere più gratificanti e piacevoli le attività montane, suggeriamo di:

  • SCEGLIERE ITINERARI NON ECCESSIVAMENTE LUNGHI ED IMPEGNATIVI;
  • ACCERTARSI DI PRESENZA O MENO DI ACQUA LUNGO GLI ITINERARI;
  • IDRATARSI BEVENDO ABBONDANTEMENTE;
  • AVERE CON SÈ UN’ADEGUATA/ABBONDANTE RISERVA DI ACQUA E LIQUIDI;
  • UTILIZZARE ALIMENTI ENERGETICI FACILMENTE ASSIMILABILI ED EVENTUALMENTEINTEGRATORI DI SALI MINERALI;
  • USARE CREME ALTAMENTE PROTETTIVE PER IL SOLE e PROTEGGERE LA TESTA DAL SOLE CON CAPPELLI LEGGERI E TRASPIRANTI, E GLI OCCHI CON OCCHIALI DA SOLE;
  • INDOSSARE INDUMENTI CHIARI, TRASPIRANTI E PROTETTIVI e PARTIRE PRESTO AL MATTINO E NON ATTARDARSI;
  • NONANDARE DA SOLI e COMUNICARE I PROPRI ITINERARI;
  • SAPERE USARE APP MA SOPRATTUTTO CARTE E MAPPE DEI SENTIERI

Questi in sintesi le indicazioni basilari per affrontare con sufficiente sicurezza e tranquillità un’escursione in Montagna in questo particolare momento di gran caldo». Il presidente delle Guide Alpine Abruzzo, Davide Di Giosaffatte – Il presidente del Cai Abruzzo, Francesco Sulpizio – il presidente del Soccorso Alpino e Speleologico Abruzzo, Daniele Peri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.