Iniziata “La Scuola di Gea” ad Ovindoli: un sogno coltivato con amore da Sara Sebastiani e dalla cooperativa Ambecò 

AVEZZANO – Dal 4 di Luglio per tutta l’estate a Ovindoli è cominciata “La Scuola di Gea”, un sogno coltivato con amore dalla cooperativa Ambecò, il cui presidente è Silvia Cardarelli, e l’arte terapista Sara Sebastiani.

Come ci spiega la stessa Ambecò:

«Le attività sono completamente nella natura perché è da essa che si impara la connessione, la resilienza. l’armonia e la forza che risiede in ogni cosa.

Nessuna maestra sa essere più amorevole e saggia di Gea, noi come educatori esperti ci mettiamo al servizio sia di Essa che dei bambini per guidarli in esperienze divertenti, arricchenti e stimolanti.

La grande esperienza degli educatori ha portato alla creazione dello spazio/gioco di Gea, il luogo è pensato per accogliere i bambini nel loro gioco spontaneo, perché siamo fermamente convinti che è da questa modalità innata di interazione che vengono marcati i confini interpersonali e sociali e vengono fatte grandi scoperte.

Niente all’interno del Centro Gea è casuale, sia nella costruzione e selezione dei laboratori che nella scelta dei materiali di gioco, tutto è pensato proprio per permettere al bambino di potersi muovere liberamente nelle trame della sua creatività.

È un centro estivo, qualcuno si ferma un giorno, altri più, ma ogni bambino viene accolto e ascoltato nella sua unicità, garantiamo la presenza di educatori attenti che monitorano e sostengono giochi, interazioni e curiosità.

Alla base c’è il divertimento, la creazione di un clima familiare e accogliente che sia da base creativa al processo di gioco/apprendimento tanto innato nel bambino.

Dall’educazione ambientale, alla costruzione di un piccolo orto, piccole e grandi escursioni, laboratori creativi con tempere, fogli, argilla e materiali da riciclo, giochi individuali e di squadra, escursioni a cavallo, tiro con l’arco e ancora e ancora…le proposte sono tante e ogni una sarà adattata all’età dei partecipanti, perché ogni uno è unico e speciale.

Gea da sempre semina in giro per il mondo piccoli semi che poi crescono donandoci frutti, ossigeno e case riparo, così la scuola di Gea fa lo stesso, non importa se incontreremo quei bambini per poche ore sappiamo che da come interagiamo con loro fino a cosa gli proponiamo, poggiamo piccoli semi nel loro prezioso processo di crescita».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.