La Biblioteca Tommasi e “La Lanterna Magica” presentano i fratelli Grimm e le fiabe

L’AQUILA – Trilli, in un dialogo con Peter Pan che affermava di non credere nelle fate, affermava che ogni volta che qualcuno dice di non credere nelle fate, da qualche parte una fata cade morta.

Noi crediamo nelle fate e nei racconti che di esse narrano, ci troviamo d’accordo con Trilli e crediamo che, soprattutto in un mondo come quello di oggi, è assolutamente necessario leggerne ai bambini.

E su questo assunto si muove l’Istituto Cinematografico dell’Aquila “La Lanterna Magica” e la Biblioteca Regionale “Salvatore Tommasi” che propongono per le bambine e i bambini di età da 0 a 6 anni tre iniziative che, servendosi di canali comunicativi diversi, avvicineranno i piccoli al mondo incantato delle fiabe dei Fratelli Grimm.

I tre eventi prevedono, per ciascuno di essi, la lettura ad alta voce di una fiaba e poi la proiezione del cartone animato ispirato dal libro, unendo il mondo dei libri al cinema e alla tecnologia digitale grazie ad una dotazione tecnica di ultima generazione.

La Biblioteca “Salvatore Tommasi” detta anche la Tommasiana, ospiterà le iniziative a partire da martedì 26 aprile alle ore 16 quando sarà possibile seguire TREMOTINO, un folletto dispettoso a cui piace fare accordi con le persone per avere sempre qualcosa in cambio.

Martedì 10 maggio sarà la volta de IL LUPO E I SETTE CAPRETTI nella quale un lupo cerca di imbrogliare i capretti per mangiarseli.

Infine, martedì 24 maggio toccherà a L’OCA D’ORO e di come, la bontà d’animo e la cortesia verso gli altri, viene ripagata.

Negli stessi appuntamenti, per i bambini più grandi dai 6 ai 10 anni – su prenotazione da effettuarsi presso la Biblioteca “Salvatore Tommasi” ai seguenti recapiti: 086261964 oppure all’indirizzo e-mail biblioteca.aq@regione.abruzzo.it – verrà proposta una storia del cinema che viaggia dai suoi primordi fino al digitale, passando per il muto, il sonoro, il colore attraverso l’uso di proiezioni cinematografiche che forniscono un valido esempio visivo in grado di coinvolgere i giovani spettatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.