La comunità islamica di Rieti augura Buon Natale al Prefetto, al Sindaco e al Vescovo

RIETI- E’ stata una giornata importantissima per Rieti quella che è andata in scena giovedì 23 dicembre quando la locale comunità Islamica ha letteralmente “sorpreso” la città e l’Italia intera. Uomini, donne bambini, provenienti da nazioni diverse, quali Marocco, Afghanistan, Iraq, Pakistan, Kurdistan, di religione musulmana, sono andati a trovare il Vescovo Domenico Pompili, il Prefetto Gennaro Capo il Sindaco Antonio Cicchetti, per augurare a loro e alla città di Rieti Centro d’Italia Buon Natale.

È stata una iniziativa, unica in Italia fortemente voluta da una comunità da sempre ben integrata e rispettosa delle regole di civile convivenza. Il Sindaco Antonio Cicchetti, che ha accolto gli ospiti nella Sala Consiliare, ha colto l’occasione per ribadire che il presente scenario è il frutto di una rispettosa interazione che dura da più di 20 anni, iniziata con la posa della prima pietra dell’area multiconfessionale del cimitero reatino.

Aziz Darif, testimone di quel momento, ha espresso la propria soddisfazione per un incontro prezioso e di grande valenza simbolica, promosso dalla preziosa sinergia della Moschea della Pace e del suo Imam Mohamed Ahardan con l’Associazione “Segnali di fumo”. Un evento importante per la città e per l’Italia, valorizzato nella sua vitale sostanza dalla presenza delle donne e soprattutto di numerosi bambini, che hanno donato al Prefetto, al Vescovo e al Sindaco una pergamena augurale con un Buon Natale, che di fatto relega a inutili, i fumosi dibattiti di chi vorrebbe abolire tale formula per non offendere la suscettibilità di altre confessioni religiose.



La comunità islamica di Rieti ringrazia di cuore per la splendida e illuminante accoglienza al Vescovo Domenico Pompili, al Prefetto Gennaro Capo e al Sindaco di Rieti Antonio Cicchetti nel segno di luminosi auspici per l’anno 2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.