L’Abruzzo si mobilita nella solidarietà con l’Ucraina

Quelli che si susseguono sono giorni di grande mobilitazione in tutto l’Abruzzo per i rifugiati provenienti dall’Ucraina, la nostra regione sta accogliendo e aiutando la popolazione, con concerti, eventi e manifestazioni.

Con questo articolo, la redazione di Espressione24 vuole riunire tutti i punti d’interesse per quanto riguarda questa grave emergenza che sta affliggendo attualmente il nostro mondo.

Proprio oggi Domenica 6 Marzo ci sarà una grande manifestazione proprio nella piazza della nostra città dove molte associazione si riuniranno per dire “no alla guerra“.

Partiamo dal MCL di Avezzano in comunione con le associazioni cattoliche della Diocesi dei Marsi, parteciperà alla manifestazione per la pace indetta dal popolo ucraino presente in Avezzano.

Alle ore 15, in piazza Risorgimento, al fianco della Chiesa dei Marsi e del suo Vescovo Giovanni Massaro per testimoniare la vicinanza al popolo ucraino e la ferma condanna alla guerra.

Alla manifestazione saranno presenti anche dei rappresentanti del Centro Giuridico del Cittadino, con loro anche altre rappresentanze delle varie associazioni cittadine.

Grande mobilitazione anche nel comune dell’Aquila con ben due punti di raccolta, anche il sindaco Biondi ha rilasciato un suo pensiero su questa situazione e soprattutto su alcune chiamate che stanno preoccupando molto i cittadini che vogliono proprio aiutare la popolazione Ucraina in questo momento:

Il messaggio del Sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi

“Sono insistenti le segnalazioni che ci arrivano in queste ore circa persone che, a nome del patrocinio comunale, chiedono soldi per aiutare il popolo ucraino in fuga dalla guerra.

Si tratta o di malintenzionati o di persone non autorizzate ad agire per conto dell’Amministrazione che non ha individuato nessuno per questa attività.

L’unica forma di aiuto attivata dall’ente, per il momento, è quella della raccolta di beni di prima necessità che già in queste ore arrivano numerosi, a testimonianza del gran cuore degli aquilani”.

Le richieste di aiuto dei cittadini, ma anche la disponibilità di aziende private e di chiunque voglia contribuire, possono essere comunicate alla casella di posta elettronica sosucraina@comune.laquila.it.


Anche Torrevecchia Teatina fa parte dei tanti comuni abruzzesi che si stanno mobilitando per quest’emergenza, infatti in collaborazione con l’associazione di Protezione Civile Giustino Romano e alcuni cittadini, organizza una raccolta di beni di prima necessità da inviare in Ucraina.

Si possono donare alimenti e prodotti a lunga conservazione, dispositivi medicali come disinfettanti, garze, siringhe ed ovatta, alimenti e prodotti per bambini (omogeneizzati, pannolini e prodotti per l’igiene), indumenti uomo, donna e bambino, coperte.

Il punto raccolta situato c/o la sede della Protezione Civile in Via Roma 22 rimarrà aperto nei giorni di giovedì, venerdì e sabato prossimo dalle alle 10 alle ore 12.

Sempre oggi Domenica 6 Marzo alle 17:30, grazie alla Camerata Musicale Sulmonese presente al Teatro Comunale Maria Caniglia, ci sarà la possibilità di seguire un concerto dove tutto il devoluto sarà donato al gruppo musicale proveniente da Kiev, di seguito la storia proprio di questi musicisti.

A Torrevecchia Teatina “I Solisti di Kiev” in pena per i loro connazionali

I solisti di Kiev, sono tutti giovani e padri di famiglia, partiti dall’Ucraina per la tournèe in Italia,  ma una volta arrivati hanno saputo dell’invasione del loro Paese.

“Ognuno di noi ha l’anima ferita – dice Anatolij- . E’ molto difficile per noi suonare in questo stato”.

Il primo istinto per questi giovani musicisti è stato di tornare a casa dove hanno i loro bambini e le loro famiglie  sono sfollate.

Contando in un forte segnale di generosità e partecipazione sarà inoltre predisposto all’ingresso del teatro un punto di raccolta per chi volesse dare un segno ancor più concreto di solidarietà verso la comunità ucraina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.