Ladri di biciclette del terzo millennio. Denunciati dalla Polizia due minorenni

Una scena del film di Vittorio De Sica "Ladri di Biciclette"

GIULIANOVA – Ladri di bicicletta del terzo millennio. Un furto che resta un furto ma che diventa un fatto di nostalgia. Due ragazzini di Mosciano Sant’Angelo, per un istante siamo tornati ai primi anni del secondo dopoguerra e gli episodi immortalati del film di Vittorio De Sica, “Ladri di Biciclette” appunto, del lontanissimo 1948, quando i furti di biciclette erano reati gravi essendo quello, in quel momento, l’unico mezzo per andare a lavoro e per muoversi.

I due ragazzini in questione, in questo caso, come nel film, avevano pensato di farla franca, il giorno di Ferragosto quando, alle ore 6 circa, recidendo il gancio di fermo, hanno rubato una bicicletta presso la Stazione Ferroviaria di Giulianova di proprietà di un turista della provincia di Chieti.

I poliziotti della Polfer, però, anche con l’ausilio delle immagini dell’impianto di videosorveglianza, con il confronto dell’abbigliamento stesso indossato dai due sedicenni, sono risaliti in poco tempo alla loro identità. E’ stato così che i ragazzi, entrambi residenti a Mosciano Sant’Angelo, sono stati denunciati per furto aggravato in concorso alla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minori di L’Aquila.

Qui a storia, probabilmente, ha connotati diversi e di meno impellente e comprensibile natura e un furto, poi, è sempre un furto. Chiunque lo subisca e, soprattutto, chiunque lo commetta.

2 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *