L’Aquila, Città europea dello sport 2022: oltre sessanta gli eventi previsti

L’AQUILA – A seguito della conferenza tenutasi nella mattinata di lunedì 7 Febbraio, all’Auditorium del Parco, è stato presentato il ricco calendario di appuntamenti culturali e sportivi.

A essere presenti il sindaco Pierluigi Biondi, l’assessore comunale allo Sport Vito Colonna, con la partecipazione di Francesco Bizzarri,  Guido LirisVincenzo Lupattelli – che ha consegnato la bandiera ufficiale nelle mani del primo cittadino – , Luca Parmigiani, e Noemi Tazzi. Sessanta sono gli eventi previsti a partire dai prossimi giorni per tutta la permanenza del 2022.

Pattinaggio, calcio, trekking, sci, basket, escursionismo e altro ancora, oltre 100 strutture del territorio comunale coinvolte, 45 strutture pubbliche – gestite dal Comune o da terzi – e 21 private, 23 aree comunali tra parchi, piste, falesie e ippovie, 17 strutture private tra cui campo da golf, centri ippici e palestre mobilitati, per accogliere le competizioni.

“Praticare sport è un diritto fondamentale che va riconosciuto e garantito ad ogni cittadino.- afferma il Sindaco- L’amministrazione comunale in questi anni ha orientato le sue politiche verso la valorizzazione dell’attività fisica come strumento educativo, di integrazione sociale e di benessere”.

“In quest’ottica, abbiamo concentrato gli sforzi sul recupero e potenziamento dell’impiantistica sportiva attraverso il completamento e l’implementazione delle strutture, veri e propri spazi di aggregazione sociale oltre che sul sostegno agli eventi sportivi.” aggiunge Biondi.

Un grande passo che ha visto l’amministrazione investire oltre 6,5 milioni di euro per interventi conclusi, in corso o in fase di progettazione: a cui si aggiungono gli oltre 10 milioni derivanti dal fondo complementare del Pnrr per le aree colpite dal sisma.

Il riconoscimento del titolo di Città Europea dello Sport 2022 rappresenta l’intera cittadina aquilana un nuovo strumento per vivere la città ponendo il centro sullo sport, oltre ad avere un’invidiabile patrimonio storico e culturale.

“Lo sport a L’Aquila si è sempre dimostrato radicato e competitivo con settori di eccellenza, campioni nazionali, internazionali e soprattutto ottimi risultati e successi agonistici che hanno portato alto il valore e il nome della città nel mondo”, ha commentato l’assessore Colonna, ricordando che il titolo è un riconoscimento assegnato annualmente da Aces Europe. “Il modello di vita dello sportivo va tutelato e protetto non solo attraverso una migliore offerta strutturale ma anche attraverso una sinergia fra diversi soggetti istituzionali che, a vario modo, svolgono un ruolo importante per la rinascita dello sport”.

Insomma, una moltitudine di eventi in programma e iniziative, che sembrano annunciare un clima mite, dopo l’ennesima ondata di Coronavirus e la stagione gelida nell’aquilano, con tante sorprese specialmente tra illustri ospiti. Una piccola anticipazione l’ha fatta il presidente Bizzarri, il quale ha rivelato la partecipazione di Fiona May ad un convegno sui tramite vertebrali che si terrà il 9 Aprile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.