L’artista Mauro Rea protagonista del libro di Donato Di Poce.

I Quaderni del Bardo Edizioni di Stefano Donno presenteranno a Milano in Piazza Duomo, il libro dal titolo “Mauro Rea: icone pop” di Donato Di Poce.

Di seguito la descrizione del progetto estrapolata da una pubblicazione di Repubblica Cultura.

Appare evidente, dopo la pubblicazione del precedente libro di critica d’arte Poetiche dell’Invisibile e questa monografia Mauro Rea: icone pop (Dalle poetiche dell’incompiuto alla Stanza di Arles), come l’autore prediliga una poetica (dell’invisibile e dell’incompiuto), ed autori sperimentali, materici, astratti e surreali, e che hanno la particolarità di ruotare trasversalmente intorno al concetto di vedere l’invisibile, poetica tanto cara all’autore e che tra le sue origini dalle riflessioni di P. Klee e del filosofo Maurice Merleau –Ponty (Il visibile e l’invisibile).

Mauro Rea, invece di seguire mode e mercanti, pifferai dell’effimero e parolai prezzolati si è messo a creare quelle matrici creative e forme  dell’incompiuto nel silenzio e nell’ostracismo dei media e del mercato, e ha inseguito e realizzato, eroicamente, misticamente come uno sciamano della materia e delle passioni estetiche il proprio stile e la propria aura interiore, con dolore e con passione con coscienza e conoscenza, come solo i veri artisti sanno fare, realizzando un’arte che i più definirebbero astratta o espressionista, ma in realtà, è un’arte polifonica,  piena di vita e di movimento, taccuini d’artista che strappano il cuore, danze macabre (a)patafisiche, performance e installazioni estatiche e commoventi.

Il libro è caratterizzato da un corpus di saggi dell’autore e un’intervista a Mauro Rea, la sezione dedicata all’installazione La stanza di Arles, con introduzione di Sandro Montalto e con aforismi e poesie di Donato Di Poce dedicate a Rea/Van Gogh, un album fotografico e un importante apparato critico con saggi dei seguenti autori: Peppe Renne, Maria Filippone Colonna, Leo Strozzieri, Aleardo Rubini, Tommaso Evangelista, Antonio Picariello, Maurizio Cavaliere, Mauro Corradini, Mauro Rea, Luciano Rascioni, Bruno La Pietra, Stefano Colonna, Gian Ruggero Manzoni, Sergio Gabriele, Nicola Miceli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *