Legalilab: l’educazione alla legalità passa per lo storytelling

Avezzano – Metti la scuola, gli studenti e l’educazione alla legalità; metti un attore impegnato e il gioco è fatto!

Anzi… il progetto è fatto. LegaLiab, questo è il nome del progetto, è nato da un’idea dell’attore Corrado Oddi e da lui è condotto, prevede un laboratorio di story telling sulla legalità  e il coinvolgimento degli studenti delle scuole della Marsica che già dal mese di Gennaio 2021 sono impegnati a confrontarsi e a scrivere sul tema fondamentale per realizzare una convivenza civile fondata sulle leggi e sul rispetto di esse.

Il lavoro si avvale di apporti interdisciplinari e di gruppo affinchè i prossimi cittadini si avvicinino e conoscano le figure dei mondi dell’informazione, militare e giuridiziario che si sono messi a disposizione dello Stato e delle sue leggi e per esse hanno perso la vita; si parlerà dei giudici Falcone, Borsellino, Livatino; del Generale Dalla Chiesa; del giornalista Impastato e del politico Mattarella. Lo studio e la ricerca approfondita di come hanno condotto le loro vite professionali, la coerenza con la quale hanno realizzato ciò in cui credevano, i periodi storico-culturali di riferimento, pur con tutte le loro zone d’ombra, consentiranno agli studenti di realizzare, alla fine del corso, un video storytelling – il raccontare una storia attraverso le immagini, le parole, la musica, seguendo un ordine logico degli avvenimenti, contestualizzando, utilizzando una giusta struttura narrativa e il corretto registro linguistico.

Insomma una vera e propria operazione di sceneggiatura che farà sentire gli studenti due volte protagonisti: ideatori e realizzatori del lavoro.

L’ incoraggiamento dell’attore Oddi – oltre all’apporto altamente professionale e tecnico al progetto –  è andato nella direzione di sollecitare i giovani scrittori-registi la produzione di un lavoro di gruppo, anziché individuale e questo per una precisa ragione:”Falcone, Borsellino, Dalla Chiesa, hanno auspicato un lavoro di cooperazione tra le procure e i vari reparti delle forze dell’ordine per combattere la criminalità organizzata. Ci vuole l’abitudine a confrontarsi e a lavorare per un obiettivo comune”.

L’I.I.S. Torlonia-Bellisario di Avezzano con i docenti Anna Rita Cosimati, Cristina Salciccia, l’I.T.E. Galilei con Vittoria Ivone, Luciano Di Renzo e la Scuola Secondaria di 1^grado di Celano con Armida Crocenzi, sono dunque intensamente impegnati – sebbene in DAD – in questo interessante e utile progetto  del quale presto sarà possibile vedere i frutti.

Infatti, il progetto – che ha ricevuto l’assenso contributivo  della Fondazione Carispaq e dell’Associazione ASAS  e il patrocinio del Comune di Celano – vedrà la sua presentazione pubblica che ci si augura sia in presenza,  nel periodo estivo, allorchè il Comune di Celano organizzerà un evento all’interno del quale sono previsti la presentazione dei lavori svolti dagli studenti e, naturalmente gli interventi, in un incontro dibattito, di personaggi impegnati sul fronte civile e giudiziario.

E’ fondamentale che questi personaggi continuino a vivere – come ha dichiarato Oddi –  nella memoria delle nuove generazioni soprattutto nella fierezza del ricordo che infonde coraggio così come spesso ha dichiarato il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.