Liquidate entro una settimana le disoccupazioni agricole 2021 ai braccianti del Fucino. Lavoratori e Cgil all’Inps di Avezzano

AVEZZANO – Ieri mattina, 1 dicembre, alle 11, all’Inps di Avezzano, si è tenuto un incontro con  il Direttore Regionale Inps, Luciano Busacca, il Direttore provinciale Inps, Pierpaolo Sarnari, il Responsabile dell’Agenzia complessa Inps Avezzano, Rante Antonio, della responsabile area ammortizzatori sociali, Patrizia D’Alessando, e una delegazione di braccianti agricoli del Fucino.

L’incontro si è tenuto a seguito della richiesta della Cgil L’Aquila, della Flai Cgil L’Aquila e del Patronato Inca Cgil relativamente ai ritardi nella liquidazione di circa 780 disoccupazioni agricole.

Il direttore Regionale dell’Inps, che ha dimostrato disponibilità e senso di responsabilità nella risoluzione della vertenza, ha comunicato ai presenti che a seguito della costituzioni di un gruppo di lavoro presso l’Inps si è arrivati, ad oggi, alla liquidazione di circa 700 pratiche con un residuo di 80 che saranno liquidate entro una settimana.

Nella stessa riunione si è affrontato anche il problema che per alcune pratiche risultano corrisposte cifre inferiori rispetto all’importo della disoccupazione e che nelle prossime settimane saranno attivate le procedure per la verifica di tali importi.

La Cgil e la Flai Cgil hanno ribadito la necessità di costruire una collaborazione continua con l’Istituto a garanzia dei lavoratori e delle lavoratrici, chiedendo nel contempo anche per il prossimo anno la costituzione di un gruppo di lavoro che possa liquidare in tempi celeri l’indennità di disoccupazione.

La Cgil e la Flai Cgil ritengono strategico il lavoro svolto dai braccianti stranieri che operano nel Fucino e per tale ragione bisogna avere una maggiore collaborazione e sinergia con tutti i soggetti istituzionali, pertanto, nei prossimi giorni chiederemo una convocazione al Prefetto dell’Aquila.  

Domenica 4 dicembre, alle ore 10, presso il Teatro San Francesco di Pescina, è organizzata un’assemblea pubblica con tutti i braccianti agricoli della Marsica.