Luco dei Marsi, ancora bocconi avvelenati in località Petogna, trovati morti altri due cuccioli

Luco dei Marsi – Questa mattina il località Petogna, a Luco dei Marsi sono stati trovati dei cagnolini morti per avvelenamento. L’allarme dei bocconi avvelenati è stato dato ieri in tarda serata dai padroncini di Miami una cucciola di Jack Russell, che ha avuto la stessa sorte. In realtà, anche Ettore, un simpatico boxer, che viveva nella stessa famiglia di Miami, scampato ad un avvelenamento nel maggio del 2016, non ce l’ha fatta, invece, lo scorso 19 gennaio.

Questa mattina il ritrovamento di due degli otto cuccioli che da qualche mese, avevano visto la luce di questo mondo, troppo crudele per meritare anime pure come le loro. Altri tre cuccioli sono fortunatamente vivi, e portati in salvo dalle volontarie di “Cuori in strada Luco dei Marsi” ma ciò che preoccupa è l’assenza della mamma. Più fortunati sono stati due cuccioli, che da subito hanno trovato casa.

Proprio oggi sarebbero dovuti essere portati temporaneamente in stallo, presso il recinto di un concittadino, in attesa di adozione, o di finire in canile. Già nella giornata di sabato scorso, sarebbero dovuti essere presi e portati via, ma, in assenza della disponibilità dell’affidatario della mamma, non si sono lasciati avvicinare.

Purtroppo, come denunciano gli abitanti della località non è la prima volta che succede. Questa volta sono stati ingannati con delle salsicce con dentro veleno per lumache, come accertato dai veterinari della Asl di Avezzano.

Ma come è possibile, che ancora al giorno d’oggi si commettano questo tipo di gesti, non curandosi che spesso dietro quello che viene chiamato “animale”, può celarsi un membro della famiglia (come per Ettore e Miami), o dei semplici membri di una piccola comunità, di cui la maggior parte se ne prendeva cura. Ciò che addolora, è l’impotenza nel poter individuare i responsabili, resta però (forse) il rimorso di coscienza di chi ha commesso questi vile atto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *