Luigi De Magistris martedì a Pescara per presentare il suo ultimo libro intitolato “Fuori dal Sistema”

PESCARA – Torna a Pescara Luigi De Magistris, dopo le tante presenze, ultima delle quali in occasione delle elezioni politiche di settembre scorso, per presentare l suo libro intitolato “Fuori dal Sistema”.

L’appuntamento è per martedì prossimo, 6 dicembre, alle ore 17,30, nell’ex tribunale di Pescara, ora noto come Mediamuseum – Fondazione Tiboni, in Piazza Alessandrini 34.

Con l’autore, a presentare il volume saranno il giornalista dell’Ansa, Luca Prosperi, la giornalista Rai Abruzzo, Daniele Senepa e il segretario nazionale di Rifondazione Comunista, Maurizio Acerbo.

Ad illustrarci il libro è lo stesso Luigi De Magistris, ex magistrato ed ex Sindaco di Napoli.

«Mi è stato impedito di proseguire il mio lavoro di magistrato fedele alla costituzione, ma mi sono rialzato, cercando di applicare la nostra carta fondamentale in un altro modo. Si può essere nelle istituzioni e fuori dal sistema: il potere può e deve essere messo al servizio dei senza potere.»

Fuori dal sistema è il racconto di una vita dedicata al bene comune, senza mai cedere a compromessi. Ma è anche uno sguardo rivolto al futuro del Paese, oppresso non solo dal sistema criminale che de Magistris ha combattuto da pm, ma anche da un pensiero unico liberista a cui urge proporre un’alternativa. È tempo che tutti i non allineati al sistema si uniscano per l’ambiente, la dignità del lavoro, la pace, la lotta alle mafie, la sanità e la scuola pubblica.

Il collega magistrato Nino Di Matteo, un simbolo della lotta alla criminalità organizzata, così sintetizza il senso di questo volume nella prefazione: «L’importanza di questo libro è nella sua capacità di fare memoria e di spiegare, nella concretezza della ricostruzione di vicende esemplari, come chi tocca i fili dell’alta tensione e non arretra per amore di verità è destinato a diventare bersaglio da logorare, isolare, distruggere.

Anche con il “fuoco amico” di veri e propri proiettili istituzionali».