Magliano dei Marsi. Ragazzi e ragazze del coro del comprensivo “G. Di Girolamo” scaldano il cuore della clinica l’Immacolata

MAGLIANO DEI MARSI – “L’umanità è una grande e immensa famiglia: troviamo la dimostrazione di ciò da quello che ci sentiamo nei nostri cuori a Natale”: questa stupenda frase pronunciata da papa Giovanni XXIII può ben spiegare l’atmosfera che si è respirata nella mattinata di venerdì 20 dicembre presso la Casa di Cura L’Immacolata. I nonni e le nonne ospitati in quel luogo sono stati spettatori di un gradito momento di festa dal titolo “Spettacolo di Natale”.

I ragazzi e le ragazze del “Coro dell’Istituto comprensivo Giuseppe Di Girolamo” si sono esibiti in diversi tra i più celebri canti dal sapore natalizio e non solo. Ad organizzare lo spettacolo sono stati i professori Sonia Cusenza, Claudio Torres, Adriana Curini, Emiliano Nucetelli e Monia Parisse in collaborazione con le Suore di Santa Filippa Mareri. Scopo di questo importante evento è stato quello di portare una ventata di gioia natalizia, che sono i più piccoli sanno dare, alle persone che sono ospitate nella struttura. “L’amore per i nostri nonni- afferma il professor Claudio Torres- è il messaggio che abbiamo trasmesso tramite la musica”. Ciò che si è potuto ben percepire in questo spettacolo è la grande fusione tra due generazioni messe a confronto: è stato un momento davvero entusiasmate e bello per l’intera comunità di Magliano dei Marsi.

“Le suore ci hanno accolto- afferma la vicepreside dell’Istituto comprensivo Giuseppe Di Girolamo la professoressa Mariella Volpe- con entusiasmo, con tanto amore per questa visita che abbiamo voluto fare, ma soprattutto ci hanno ringraziato perché abbiamo portato ai nostri nonni gioia, calore e senso del Natale da parte dei nostri ragazzi. I ragazzi del coro si sono esibiti in vari canti natalizi e devo dire che sono stati davvero bravissimi, tanto che le nonne presenti nel pubblico li hanno accompagnati nel canto in diversi momenti. Dobbiamo ringraziare per l’ospitalità che ci è stata offerta in questo giorno la superiora suor Teresa, suor Gabriella, suor Grazia e suor Giulia e in più tutte le persone che aiutano questa struttura a far sì che i nostri nonni vivano sempre serenamente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.