Maltrattamenti in famiglia: eseguita misura cautelare

Nella giornata di ieri, il personale del Commissariato di P.S. di Avezzano ha dato esecuzione ad una misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare nei confronti  di un quarantanovenne, di origine campane, domiciliato ad Avezzano.

La misura, disposta dal G.I.P. presso il Tribunale di Avezzano Dr. M. Cervellino su richiesta del P.M. della Procura Dr.ssa L. Seccacini, è scaturita da una informativa del Commissariato di Polizia a carico dell’uomo dopo che costui aveva aggredito e causato lesioni alla propria convivente. 

L’attività investigativa ha preso avvio allorché la vittima, dopo essersi presentata negli uffici di polizia, fortemente turbata, aveva raccontato agli investigatori di aver subito maltrattamenti e di essere stata picchiata con un bastone di legno, mostrando, nell’occasione, gli evidenti segni delle lesioni.  La donna tuttavia, per timore di ripercussioni, non aveva voluto formalizzare una denuncia, limitandosi al mero racconto delle ultime violenze subite.

I poliziotti del Commissariato di P.S. hanno proceduto d’ufficio per lesioni gravi applicando  l’aggravante del mezzo usato dall’aggressore.  La donna spaventata è stata affidata al Centro Anti-violenza di Avezzano poiché, nell’immediatezza dei fatti, non era voluta tornare a casa per paura che il convivente la picchiasse nuovamente. L’aggressore, in precedenza, aveva più volte ingiuriato, minacciato e percosso la compagna, sempre per futili motivi legati a sentimenti di gelosia, e per tali motivi era stato già denunciato all’A.G. Con il provvedimento emesso, l’uomo non potrà recarsi nell’abitazione della donna senza specifica autorizzazione del Giudice o avvicinarsi a lei a meno di 500 metri.

9 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *