Manifestazione Oss. Taglieri: «40 Operatori socio sanitari mandati a casa e la Giunta Marsilio resta sorda davanti alle loro richieste»

PESCARA – I Consiglieri regionali M5S Francesco Taglieri e Pietro Smargiassi hanno preso parte all’incontro presso l’Assessorato alla Sanità in Via Conte di Ruvo a Pescara, insieme a una delegazione di Oss e all’Assessore Nicoletta Verì.

Il tema affrontato è stata la perdita di lavoro di 40 operatori socio sanitari e i piani previsti per il futuro.
«Il tavolo – commenta Taglieri – si è concluso con un nulla di fatto, senza aperture né impegno reale alla riassunzione.

Purtroppo si sta compiendo quello che denunciamo da mesi davanti a una Giunta sorda a qualsiasi richiesta.

In tre anni di governo, Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia non sono stati in grado di approvare alcun tipo di atto di indirizzo della sanità pubblica.

Una mancanza di visione che viene pagata sulla propria pelle da tanti operatori sanitari.

I soli “risultati” che questo centrodestra è riuscito a ottenere sono l’accumulo di un disavanzo di 107 milioni di euro e una mobilità passiva superiore ai 100 milioni di euro, di cui il 74% considerata evitabile. 

Un fallimento su tutta la linea».

Francesco Taglieri

«Le promesse fatte nei giorni più duri della pandemia si sono dimostrate carta straccia, e quelli che venivano definiti “eroi” vengono abbandonati, senza sapere quando e se potranno nuovamente tornare a lavorare.

Dal primo maggio, proprio per la festa dei lavoratori, 40 Oss, assunti tramite agenzia del lavoro, sono stati mandati a casa senza più un’occupazione.

È un danno incalcolabile per queste persone, per le loro famiglie e anche per tutto il sistema sanitario, che continua a perdere personale nonostante le carenze enormi, e alla luce dell’incontro di oggi ci sono grandi dubbi anche per quello che succederà in futuro».

“Noi non faremo un solo passo indietro – conclude Taglieri – e siamo pronti ad andare in tutte le sedi per difendere i diritti di questi lavoratori e per denunciare il pessimo governo della sanità pubblica che sta facendo la Giunta Marsilio.

Questa non è una situazione accettabile».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.