Marziani 7… dal fioraio, venerdì 5 luglio a Pescara “il racconto delle emozioni”

In prossimità del filo di lana la Rassegna “MARZIANI 7… dal Fioraio – la Poesia dove non l’avete mai ascoltata” che si terrà venerdì 5 luglio 2024 in Piazza Muzii a Pescara centro, dalle ore 19.

Si tratta infatti, dell’ultimo incontro della 7^ edizione che quest’anno, nei suoi cinque appuntamenti, ha costantemente sostenuto l’obiettivo del progetto #culturespontanee, a cura di Bibliodrammatica aps, di promuovere e sostenere la letteratura, l’editoria e gli autori-autrici abruzzesi contemporanei.

Nel meeting di venerdì il filo conduttore sarà  “il racconto delle emozioni” immaginando la Letteratura come una porta che si apre sui nostri mondi sensibili, rivelatrice di umanità e nuove forme di dialogo e incontro; Beniamino Cardines ne è sempre l’ideatore e il direttore artistico e culturale che opera con il coordinamento di Annarita Pasquinelli Michetti e con il patrocinio concesso dal  Comune di Pescara.

Accanto agli ospiti fissi di tutti e cinque gli appuntamenti – Raffaella Bonazzoli che spiega come l’arte leghi, sia presente e la creatività metta in comunicazione l’uno con l’altro e che proporrà performance tratte dal suo “Progetto Energy” e Roberta Botta che divulgherà benessere e massaggi energetici – ci saranno il maestro incisore Mimmo Sarchiapone  e l’editore artigiano Massimo Liberatore che diletterà il pubblico proponendo la rilegatura in diretta di un libro e che ricorda come la poesia nasca già dal gesto artigiano: dalle parole al foglio al libro: “vedo nascere i miei libri”, ecco perché “propongo questa performance da editore artigiano”; con loro, Lucio Vitullo poeta pluripremiato, il poeta cantore Riccardo Santarelli  e l’organizzatrice di eventi Mariagrazia Genova.

Il titolo della rassegna trae ispirazione da Ennio Flaiano e dal suo Un Marziano a roma perché, come spiega Cardines, il progetto continua a sorprendere e “io stesso continuo a sorprendermi di fronte alla straordinaria energia che si crea ogni volta. Esistiamo e resistiamo, lì, in mezzo al brusio della movida pescarese, eppur incuriosita e attratta dalla stranezza della nostra presenza”, davvero come marziani in mezzo a terrestri!

Stimoli di rinascita, curiosità e, a volte, provocazione, sono utili strumenti per  sollecitare scrittori, poeti, giornalisti, artisti, uomini e donne di cultura e, naturalmente la cultura, che devono assumere su di loro la responsabilità di  rappresentare il fermento di una società.  #culturespontanee e quindi, diffuse sui piccoli come sui grandi territori che coinvolga non alcuni ceti sociali ma tutte le popolazioni; un programma che investa e accolga modi di scrivere e contenuti diversi e che sia svincolato dalle convenzioni culturali mantenendo valori che hanno radici profonde e cuore nella cultura della relazione, del dialogo, del confronto.

Il programma – con capofila Bibliodrammatica aps in collaborazione con OL//OfficineLetterarie e una rete di altre Associazioni: La Casa di Cristina odv-ets, coop La Minerva, Ooops! (scrittura e narrazione), Eracle Templari Federiciani aps e Caffè Letterari Federiciani, Ci vuole un Villaggio aps, CSEN Abruzzo, USACLI Abruzzo, ENDAS Abruzzo, www.condividiamocultura.it, SL/SegnalazioniLetterarie, www.rtradioterapia.it, www.zaffiromagazine.it, Cipas Abruzzo, www.alternewspress.eu, Agape Caffè Letterari d’Italia e d’Abruzzo – ha avuto un calendario articolato nel pomeriggi dei giorni di venerdì del 31 maggio; del 14 giugno; del  21 giugno; del  28 giugno e del 5 luglio .

Arrivederci all’8^ edizione!