Meteo. Dopo le piogge e la “mitezza” natalizia, i primi segnali di freddo e neve

Meteo, ipotesi a lungo termine. Successivamente alle piogge e al mite Libeccio, nonché al bel tempo natalizio, iniziano a delinearsi, da parte dei modelli previsionali, le prime ipotesi di irruzione fredda artica, con la probabilità di nevicate fino a bassa quota. Il movimento antizonale delle correnti gelide, potrebbe avvenire dopo Natale e nel fine settimana prima di Capodanno 2020, a causa di un warming stratosferico polare e la proiezione consequenziale di un Anticiclone delle Azzorre fino al Nord Atlantico e il comparto scandinavo, il quale sbarrerà le porte, lungo il meridiano di Greenwich, al flusso umido atlantico, favorendo l’entrata di masse d’aria molto fredda di origine artico-continentale fino all’Europa orientale e all’Italia. Trattasi solo di ipotesi che potrebbero essere smentite o confermate. Perciò, ne riparleremo nei prossimi aggiornamenti.

Grazie e buon inizio festività.

rc

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *