“Natura morta in un fosso”, Giampiero Mancini porta il femminicidio al Teatro dei Marsi di Avezzano

Uno spettacolo da non perdere assolutamente quello che mercoledì 23 novembre sarà in scena al Teatro dei Marsi di Avezzano alle ore 20,45

Organizzato in collaborazione con l’Amministrazione comunale e la Commissione per le Pari Opportunità di Avezzano con le amministratrici della Marsica coinvolte nel progetto sociale “Donne sul territorio”, sarà poi replicato giovedì 24 novembre alle ore 10 per le scuole marsicane.

L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti.

Una rappresentazione dal titolo inquietante “NATURA MORTA IN UN FOSSO” con l’attore Giampiero Mancini che ne è anche il regista e per l’adattamento e la drammaturgia – su un testo del drammaturgo Fausto Paravidino – con l’aiuto Diana Quaresima. Accanto a lui, sulle assi del palcoscenico, gli attori e le attrici Giovanni Scognamiglio, Emanuela Di Nicola, Alessandra Romolo, Giulia Pellicciaro, Alessandro Oliva, Giuseppe Celeste, Stefano Marinelli e Chiara Di Marcantonio. Completano lo staff Giammarco Camplone e Lorenzo Porrini.

Lo spettacolo, oltre che lavoro teatrale è un impegno sociale, verrà infatti non a caso proposto in Abruzzo nelle date dal 22 al 27 novembre nella settimana dedicata alla lotta alla violenza sulle donne.

Il testo, sul quale si dipana la vicenda in un’atmosfera da poliziesco puro, è stato scritto dal drammaturgo Fausto Paravidino, che si è occupato di un tema – quello del femminicidio – senza mezzi termini.

Tutto inizia con un bruttissimo incidente stradale: la macchina distrutta contro un albero e una ragazza, nuda, morta dentro il fosso.

Per il commissario e tutti gli altri personaggi, Paravidino ha scritto monologhi che sono stati trasposti in altrettanti testi recitativi da Giampiero Mancini;

la musica, scelta con profonda sapienza, unitamente all’alta preparazione della regia definiscono una struttura teatrale potente, carica di intima emozionalità.

Un lavoro in cui non mancano momenti più vicini alla commedia italiana e che bilanciano la tragicità del crimine e delle sue ragioni.

Giampiero Mancini, nato a Pescara, già giovanissimo dà prova di grande talento come attore, regista e responsabile della drammaturgia e, a ben vedere il suo sito, risulta davvero difficile riuscire a riportare tutto il suo campo di azione: Tv, cinema, teatro, sport ma impegnato anche con le orchestre, in ambito gastronomico, come cantante e voce solista.

Intenso anche il suo impegno per la formazione dell’attore per la quale ha ideato: S.M.O. Lab – Spazi Mentali Occupati con lo scopo di fare sì formazione attoriale ma nel contempo di metterla in relazione con il mondo del lavoro, spesso distante dall’ambito formativo;

accanto, la collaborazione stabile come formatore presso I.C.A. International Cinema Academy di Milano dove affronta sia tecniche di recitazione pura sia attività pratiche direttamente sul set.

Naturalmente è anche un Actor Coach offre cioè servizi di actor coaching individuali o di gruppo ad attori, cantanti e performer in generale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.