‘Ndocciata: è il 10 dicembre la data scelta per rinnovare la tradizione dell’antico rito del fuoco ad Agnone

AGNONE – È il 10 dicembre la data scelta per rinnovare la tradizione dell’antico rito del fuoco ad Agnone (Isernia): alla ‘Ndocciata è stato invitato anche il ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano, originario del paese altomolisano.

Lo ha reso noto il sindaco Daniele Saia, durante una conferenza stampa in cui ha presentato il cartellone degli eventi natalizi.

Si comincia il 3 dicembre prossimo con la ‘Festa dei fuochi rituali’ che vede protagonisti sei comuni del Molise: la faglia di Oratino (Campobasso), la ‘Ndoccia di Civitanova del Sannio (Isernia), la Farchia di Salcito (Campobasso), le Farchie di Montefalcone nel Sannio (Campobasso), le ‘Ndocce di Agnone e la ‘Ndoccia di Pietrabbondante (Isernia), evento preceduto dal convegno “Cerimoniali del fuoco”.

“La Festa dei Fuochi Rituali – ha dichiarato Saia – è solo il primo tentativo di aggregare l’offerta turistica del nostro territorio.

L’obiettivo ultimo però è quello di aprire questa manifestazione anche alle tradizioni provenienti dalle regioni contigue e non.

Il Molise non ha nulla da invidiare alle altre realtà – ha spiegato Saia. Con il giusto impegno e un’adeguata attività di marketing territoriale riusciremo a stabilizzare il flusso di presenze anche in periodi cosiddetti di bassa stagione”.

Ma ci saranno anche momenti di spettacolo con: i Rota Temporis, Max Giusti, DJ Molella ed Edoardo Bennato.

“Credo che un’agenda così fitta – ha aggiunto Saia – non si sia mai vista per il mese di dicembre. È il risultato di un lavoro certosino portato avanti già nei mesi precedenti dagli Amministratori, dal personale degli Enti coinvolti, le Associazioni e dai volontari che si sono dedicati al progetto”.

Una ‘replica’ della ‘Ndocciata’ ci sarà il 24 dicembre.