Nonna insospettabile arrestata dalla Mobile a Pescara per spaccio di cocaina

Denunciato un cinquantenne per lo stesso reato ma in un’altra zona della città

PESCARA – Diventa sempre più complessa la lotta alla diffusione della droga a Pescara, soprattutto se si viene a scoprire che un’insospettabile settantenne aveva in casa un non piccolo centro di spaccio di cocaina.

L’Antidroga della Squadra Mobile di Pescara, ieri sera, infatti, ha arrestato una donna di 70 anni, incensurata, di Montesilvano, trovata in possesso, nella propria abitazione di oltre 120 g. di cocaina già pesata e ripartita.

Gli investigatori, sugli sviluppi di precedente attività investigativa, sono riusciti a risalire all’insospettabile donna e, una volta entrati nel suo appartamento, hanno rinvenuto lo stupefacente insieme a bilancini, materiale da taglio e strumenti per il confezionamento.  

Il tutto è stato sequestrato e l’arrestata è stata posta ai domiciliari in attesa del giudizio per direttissima.

Poche ore prima, sempre il personale della Squadra Mobile, in un’attività in zona colli di Pescara, ha denunciato a piede libero un cinquantenne, già noto, che aveva attrezzato in casa una piccola postazione di spaccio.

Nel corso della perquisizione, infatti, sono stati rinvenuti e sequestrati fogli manoscritti riportanti nomi e cifre riconducibili alla rendicontazione dell’illecita attività di spaccio, nove dosi di cocaina del peso complessivo di circa 5 g., un bilancino di precisione ancora intriso di narcotico, sostanza da taglio e materiale per il confezionamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.