Ordinano petardi sul web. Perquisizione e sequestro della Polizia per due giovani di Chieti

CHIETI – Arrivano glia genti della Squadra Mobile di Chieti, in compagnia degli Artificieri della Polizia, dopo il corriere che gli aveva appena consegnato un pacco che conteneva materiale esplodente. Perquisizione di fine anno, nei confronti di due giovani teatini, che ha portato al sequestro di fuochi artificiali pronti per l’imminente notte di Capodanno da loro acquistati su internet.

In particolare, i poliziotti hanno rinvenuti e sequestrato complessivamente 24 ordigni denominati “New Rambo“ potenzialmente molto pericolosi poiché appartenenti alla categoria degli esplosivi classificati “F4”, del tipo che non possono essere venduti o detenuti liberamente essendo necessario, per il loro acquisto,  il possesso di porto d’armi o la specifica abilitazione professionale. Tuttavia, stante la loro pericolosità, in nessun caso possono essere venduti e consegnati tramite corriere. L’esplosione accidentale o non controllata di tali ordigni può determinare gravi e gravissime  lesioni personali con perdita di arti e di funzioni vitali. 

Tale attività, disposta dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Savona e coordinata su tutto il territorio nazionale da quella Questura ha riguardato 58 province ed è sfociata nel sequestro complessivo di oltre 300 kg di materiale esplodente, tutto acquistato via internet. Gli acquirenti di detto materiale al momento non risultano essere indagati in attesa dell’esito degli accertamenti relativi alla loro effettiva provenienza e fabbricazione.  Il materiale in sequestro dovrà essere distrutto a cura del Nucleo Artificieri della Polizia di Stato secondo le modalità di legge.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.