Pepe (Pd) attacca l’assessore Quaresimale: «Dove sono i fondi promessi per la casa di riposo “De Benedictis” di Teramo?»

TERAMO – Fondi promessi per la casa di riposo “De Benedictis” di Teramo, il vice capogruppo regionale del Pd, Dino Pepe, all’attacco dell’assessore Pietro Quaresimale.

Pepe, infatti, chiede, in buona sostanza, dove siano i finiti i promessi soldi per la struttura per anziani, promessi dalla Giunta Marsilio e da Quaresimale, con solenne impegno, e in sostanza svaniti nel nulla.

Dino Pepe

«È di ieri la notizia di 20 dipendenti, addetti alla refezione presso la Casa di riposo De Benedictis, senza stipendio da tre mesi.

Altri lo ricevono ma in ritardo – afferma Pepe – . Le Cooperative attendono mesi il pagamento delle loro fatture e sono costrette a scoprirsi in banca. 

Una situazione incresciosa che evidenzia un quadro economico e finanziario ancora fortemente compromesso», commenta il Vice Capogruppo del Partito Democratico, Dino Pepe.

A provocare l’intervento del consigliere del Pd Pepe sono alcuni fatti verificatisi negli ultimi giorni.

In primis i dipendenti, come dice Pepe, che non riceverebbero lo stipendio da oltre tre mesi. E questo già basterebbe. Ma Pepe incalza Quaresimale sugli annunci fatti l’ultima volta un mese e mezzo fa.

Il vice capogruppo regionale Dem, infatti ricorda come Quaresimale, all’esito di una ispezione nella struttura fatta da lui con il collega Paolucci, avesse anticipato importanti risorse per la “De Benedictis”.

«Eppure sono trascorsi già tre mesi e mezzo dei sei a disposizione del Commissario nominato dalla Giunta Marsilio.

Ricordiamo, fu un atto incomprensibile quello della Giunta regionale: praticamente commissariava se stessa in quanto pochi mesi prima la Marsilio aveva nominato la presidente Cantore e poi fu commissariata dallo stesso Marsilio con un componente dello stesso cda.

Una confusione politica e un conflitto costante tra Lega e FdI che si riscontra in tanti settori: trasporti, turismo, lavori pubblici, sanità.

Inoltre, l’Assessore Pietro Quaresimale già a dicembre annunciava importanti risorse proprio per la Casa di riposo teramana.

Risorse confermate anche quasi due mesi fa, all’indomani della mia visita ispettiva del 14 Febbraio, effettuata insieme al collega Paolucci, in cui avevamo espresso preoccupazione per le ricadute che la situazione economica avrebbe potuto avere sui cittadini-utenti e sul personale – prosegue Dino Pepe che  conclude – .

Tre i milioni di euro, dei 7 complessivi di fondi, che Quaresimale dava per assegnati alla Casa di riposo De Benedictis di Teramo.

C’è da chiedersi, leggendo le notizie di questi giorni, dove siano finiti».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.