Percettori del RDC a lavoro presso la biblioteca comunale di Pineto

Smargiassi (M5S): “Soluzione virtuosa. A Vasto a che punto siamo?”

PESCARA – “Ho appreso con gioia la notizia che a Pineto alcuni cittadini percettori del Reddito di cittadinanza presteranno servizio lavorativo presso la biblioteca comunale. Faccio i complimenti alla collega, capogruppo in Consiglio Comunale Silvia Mazzocchetti, per aver implementato con un’ottima intuizione il servizio della biblioteca comunale a Pineto, che così potrà restare aperta anche nella fascia dedita alla pausa pranzo, garantendo una fruizione pressoché totale in tutta la giornata ai cittadini di Pineto.”

Così il Consigliere Regionale del Movimento 5 Stelle Pietro Smargiassi, che continua “Nell’esprimere la mia ammirazione per quanto accaduto a Pineto devo però, mio malgrado, sottolineare la situazione di stallo in cui versa l’APC di Vasto. A breve farà un anno dall’impegno dell’Assessore D’Amario a dare seguito alla mia proposta di mettere le biblioteche e strutture culturali della Regione a disposizione dei Comuni per la realizzazione dei Progetti di utilità collettiva (Puc), destinati ai percettori del Reddito di cittadinanza, ma nulla è cambiato.”

Aggiunge il pentastellato: “Ricordiamo che la legge che disciplina i Puc dà la possibilità ai comuni e agli altri enti di farsi promotore di progetti sociali in ambito culturale. Come spesso accade, però, alle parole non sono seguiti i fatti ed è così che a Vasto la biblioteca non è fruibile dai cittadini che subiscono un ingiusto disservizio.”

“Mi auguro che ora l’Assessore D’Amario dia concretezza agli impegni presi. Contestualmente invito il sindaco di Vasto di seguire l’esempio di quanto accaduto a Pineto, affinché anche nella nostra città si possa rilanciare il servizio biblioteca”. conclude Smargiassi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.