Perseguita e minaccia la ex che non può nemmeno andare a lavorare. Quarantaquattrenne di Capistrello arrestato dai Carabinieri

CAPISTRELLO – I Carabinieri di Capistrello hanno arrestato un uomo del posto, di 44 anni, accusato di atti persecutori nei confronti dell’ex compagna.

La donna si è rivolta ai militari essendo arrivata al punto di non poter uscire di casa per andare a lavoro a causa delle minacce dall’ex convivente.

Una volta raggiunto l’esterno dell’abitazione, i Carabinieri hanno visto l’uomo che, notata la pattuglia, ha provato ad allontanarsi.

Gli uomini dell’Arma , quindi, sono subito intervenuti riuscendo a bloccarlo e a identificarlo.

Il quarantaquattrenne, dai controlli eseguiti, è risultato già colpito da un recente “ammonimento” dell’Autorità provinciale di Pubblica Sicurezza.

IMMAGINE DI REPERTORIO

Un provvedimento che è scaturito da accertamenti effettuati nei mesi scorsi dai Carabinieri di Cappadocia.

I militari, infatti, erano già intervenuti, in passato, a causa dei comportamenti vessatori già messi in atto dall’uomo nei confronti della ex compagna.

Il provvedimento era stato disposto e notificato nel dicembre scorso, anche in assenza di denuncia da parte della vittima.

L’inosservanza del provvedimento, unitamente ai ripetuti comportamenti dell’uomo nei confronti della sua ex, hanno consentito ai militari dell’Arma di procedere all’arresto.

Il quarantaquattrenne è stato trasferito nel carcere di Avezzano, in attesa dell’udienza di convalida davanti al Gip su richiesta del Pm. della Procura di Avezzano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.