Pescara, annullata la manifestazione “World wide price for freedom” per criticità organizzative

68081538 - pescara, italy - september 4, 2006: the artwork la nave by pietro cascella on the seafront

Pescara – La mobilitazione nazionale World Wide Price for Freedom, svoltasi sabato 20 u.s. in alcune piazze d’ Italia, ha toccato anche la città di Pescara dove, attraverso i social network, era stata organizzata per le ore 12.00 una manifestazione in Largo Mediterraneo – Nave di Cascella, con oltre 100 adesioni.

La protesta è riconducibile al clima di contestazione conseguente all’inasprimento delle misure di contenimento della pandemia, cui aderiscono gruppi di cittadini critici verso le limitazioni alla circolazione e l’uso delle mascherine e non era stata preavvisata all’ Autorità di Pubblica Sicurezza come normato dall’art. 18 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza.

Il Servizio di osservazione predisposto dal Questore Liguori, svolto dalla DIGOS ed iniziato alcune ore prima di quella convenuta per l’inizio della manifestazione, ha consentito di  individuare e identificare, sul posto, il promotore di fatto ed i primi partecipanti, alcuni dei quali sanzionati perché sprovvisti di mascherina e fortemente resistenti ad indossarla.

Detta attività ha determinato nelle persone presenti e in quelle che stavano per raggiungere la piazza a non porre in essere la manifestazione che, per gli obiettivi perseguiti e le modalità di pubblicizzazione, presentava aspetti di criticità legati al rispetto delle misure di carattere sanitario. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.