Pettinari: il centrodestra ascolti e metta le risorse per aiutare concretamente gli abruzzesi

Pescara -Il Vice Presidente del Consiglio regionale Domenico Pettinari espone i propri emendamenti di merito al DEFR presentato in Commissione
Bilancio dal centrodestra abruzzese. “Il testo è arrivato di fatto
vuoto – spiega Pettinari –. Non ci sono interventi per ridurre gli
sprechi nella sanità, si lasciano gravi lacune sul sociale con leggi
che restano inapplicate sia in materia di sostegno agli anziani che ai
coniugi divorziati. Rimane il caos nel trasporto pubblico locale, non
c’è visione sul futuro delle aree interne e delle infrastrutture
regionali, e non si hanno notizie sul sostegno alle PMI abruzzesi: ciò
che sembra essere ormai certo è che solo una minima parte delle 19mila
aziende che hanno chiesto aiuto riceveranno i fondi entro l’anno”.

“In questa situazione di confusione totale, ho proposto molti
emendamenti di merito per andare a migliorare un testo che,
altrimenti, sarebbe totalmente inefficace. Invito il centrodestra a
raccoglierli in modo da intervenire, con fondi concreti, in tutti quei
settori che hanno urgente bisogno di sostegno. Mi auguro che la Giunta
sia capace di andare oltre le divisioni politiche e approvi questi
emendamenti di buonsenso che hanno un solo e unico scopo: aiutare gli
abruzzesi a superare le difficoltà di questo periodo”.

Ecco il contenuto degli emendamenti a firma Domenico Pettinari:

INQUINAMENTO ACUSTICO

Ci sono molte aree del nostro territorio ancora sprovviste di barriere
fonoassorbenti in prossimità delle linee ferroviarie. È una situazione
di emergenza, che crea enormi disagi agli incolpevoli cittadini,
costretti a subire le conseguenze di un inquinamento acustico
assolutamente inaccettabile, tali da causare problematiche di ordine
pubblico e sociale. La Regione deve attivarsi con il Ministero
competente e con il Gestore del servizio, affinché siano realizzati
sistemi di contenimento e di abbattimento del rumore nel più breve
tempo possibile.

LAVORO

La Regione consenta una compensazione alle aziende che hanno sia
debiti che crediti con l’Ente. Non è accettabile che chi non riceve
quanto dovuto dall’Amministrazione debba comunque essere costretto a
pagare tutto, fino all’ultimo centesimo, senza avere altre
possibilità;

È fondamentale munirsi di un Organismo per la Composizione della crisi
da sovraindebitamento. La Regione svolga il ruolo di intermediario tra
chi è indebitato e chi ha un credito in modo da evitare il rischio
dell’usura, acuito in questi mesi dall’emergenza pandemica.

PATRIMONIO PUBBLICO

La Regione deve ottimizzare gli spazi per contenere i costi, come
previsto nella norma nazionale in materia di spending review. Non è
più tollerabile vedere strutture abbandonate, come le palazzine di Via
Raffaello e di Viale Bovio a Pescara per cui mi batto da anni, mentre
nessuno interviene per mettere la parola fine a questi sprechi;

Utilizzare i fondi derivanti dall’alienazione delle case di proprietà
dell’ATER per ristrutturare edifici e programmare un piano di
contrasto alla morosità;

Garantire un sostegno economico alle ATER nel procedere con lo sfratto
degli occupanti abusivi.

POLIZIA LOCALE

Attuare pienamente le disposizioni previste nella legge 42/2013 in
materia di polizia amministrativa locale, riferite all’organizzazione,
funzionamento e alla formazione e aggiornamento del personale.

MERITOCRAZIA

Le nomine dei vertici devono essere effettuate sempre con procedure ad
esclusiva evidenza pubblica. Basta nomine politiche, in Regione
Abruzzo deve prevalere la meritocrazia in ogni settore.

VALORIZZAZIONE DELLE AREE INTERNE

Recuperare le nostre bellezze attraverso operazioni di marketing
territoriale, a partire dalla valorizzazione delle fontane storiche,
per dare una forte spinta al turismo in Regione;

Eseguire lavori di recupero dell’oratorio di Santa Maria della Croce,
un autentico tesoro del barocco abruzzese, situato nel Comune di
Pietranico.

Prevedere una riduzione del 50% del costo del biglietto dei mezzi
pubblici per gli abitanti delle aree interne in comuni con meno di
2mila abitanti. È evidente che chi si trova lontano dai centri
maggiormente popolosi debba spostarsi di più per usufruire di
determinati servizi. È un dovere della Giunta di centrodestra quello
di stanziare fondi e agevolare tali spostamenti;

AEROPORTO D’ABRUZZO

Attrarre compagnie aeree e finanziare nuove rotte attraverso un piano
di sviluppo a lungo termine, puntando su quei soggetti che dimostrino
la sostenibilità degli investimenti anche dopo la conclusione del
contributo pubblico di partenza.

CONSORZI DI BONIFICA

La Regione deve impegnarsi a far sì che il contributo di bonifica sia
pagato esclusivamente da quei soggetti che ne hanno un effettivo
beneficio, usufruendo di tali servizi;

Prolungamento dell’attuale rete irrigua consorziale, che adesso arriva
a servire Cepagatti e Alanno, portandola fino alla Val di Nora per
raggiungere Brittoli, Carpineto della Nora, Catignano, Civitaquana e
Vicoli.

EMERGENZA IDRICA

Abbiamo centri abitati con carenza quotidiana di acqua poiché le
nostre reti idriche sono in pessime condizioni. Il primo intervento da
attuare è quello di rendere pienamente operativo l’ERSI, l’ente
regionale preposta al controllo delle reti. La Regione deve dotarla di
finanziamenti equi per intervenire e di personale che, attualmente, è
carente;

INFRASTRUTTURE

Realizzare una bretella di collegamento tra la Strada regionale 602 di
Forca di Penne e la Strada provinciale 44 della Bonifica, lungo il
tratto situato Villa Badessa (Nocciano) e Villareia (Cepagatti).

TURISMO

Istituzione del parco fluviale della Riserva naturale guidata “Fiume
Nora”, nel territorio ricompreso tra il Ponte di Micarone sito nel
Comune di Catignano e il Ponte di Carpineto della Nora. Un modo per
incrementare il flusso turistico e tutelare il nostro paesaggio.
Area degli allegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.