Più di 93 mila euro al Comune di Avezzano per l’autonomia scolastica degli alunni con disabilità

Federica Collalto

AVEZZANO – Ancora passi in avanti, nella città di Avezzano, per la meta dell’inclusività.

L’amministrazione Di Pangrazio ha ottenuto un finanziamento di 93 mila e 476 euro, che si aggiunge alle risorse già destinate ogni anno ai bisogni speciali.

Per l’anno 2022, sono stati messi a disposizione, su panorama nazionale, fondi ministeriali diretti, destinati al sostegno specifico di alunni con disabilità fisiche o sensoriali: un passaggio importante che coinvolgerà Regioni, Province e Comuni negli investimenti ‘inclusivi’, per una società aperta alle necessità di tutti.

Le risorse ottenute dal Comune di Avezzano verranno destinate al rafforzamento degli interventi di assistenza scolastica e alla creazione di nuove e giuste possibilità per gli alunni ‘speciali’ della città.

«Avezzano – annuncia la consigliera comunale Federica Collalto – vuole essere un faro-guida in questo ambito sociale: massima attenzione rivolta da questa Amministrazione alle pari opportunità, le quali devono essere declinate, in verità, in ogni casella da spuntare della vita di tutti i giorni.

Nessun settore deve restare scoperto, quando si parla di uguale opportunità e accessibilità.

A scuola, nei parchi giochi, sull’autobus: ogni luogo deve essere a misura di tutti i nostri concittadini, soprattutto dei più piccoli.

Spetta anche agli amministratori locali il compito di abbattere muri spesso invisibili, con cultura, formazione, informazione e investimenti dedicati».

Il decreto, pubblicato il 7 luglio scorso, per la prima volta istituisce un fondo di specifica competenza dei Comuni destinato all’assistenza degli alunni con disabilità delle scuole dell’infanzia, nelle scuole primarie e nelle secondarie di primo grado, così come auspicato anche dall’Anci.

Il Ministero per le Disabilità e il Ministero per gli Affari regionali e le Autonomie hanno stanziato, di concerto, per il 2022 un plafond di risorse pari a 100 milioni di euro.

 «Un atto di civiltà e di giusta concezione della condivisione dei tempi e degli spazi della società comune» dice la Collalto.

La prima esigenza stabilita dalla tabella delle priorità ministeriali è quella di raggiungere il livello di prestazione di un rapporto tra alunno e assistente alla comunicazione di 4 a 1 in ogni ambito territoriale (un insegnante di sostegno ogni 4 alunni con disabilità).

Il fondo da 100 milioni è volto a sostenere i Comuni in un servizio, quale quello dell’assistenza a scuola a livello comunicativo e di incentivazione dell’autonomia, fondamentale per lo sviluppo dei bambini e dei ragazzi.  

Per la prima volta ai Comuni sono stati attribuiti fondi ministeriali diretti in base al numero di studenti con disabilità iscritti all’anno scolastico 2021/2022, tra scuole dell’infanzia e scuole medie.

 «Sul nostro territorio, vanno a scuola oltre 100 alunni con diverse sfumature di disabilità. – conclude la consigliera comunale -.

Il Comune di Avezzano ogni anno investe in media circa 450 mila euro per far fronte a tutte le esigenze di un tipo di istruzione scolastica ‘speciale’ e adattata a determinati bisogni.

Nel 2021, gli interventi, nonostante le incombenze per il Covid-19, cono stati di circa 350 mila euro. Ora, con queste ulteriori risorse, possiamo irrobustire il bacino di fondi che l’Amministrazione annualmente riserva al settore».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.