Pnalm, monitoraggio delle femmine di orso bruno marsicano con cuccioli: risultati incoraggianti

Foto Pnalm

PESCASSEROLI – Il Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise ha reso noti i dati sul monitoraggio del 2021 delle femmine di orso bruno marsicano con cuccioli.

Questa la nota del Parco:

«Nel 2021 sono ripresi i monitoraggi finalizzati alla conta delle femmine di orso con i cuccioli.

Le attività sono riprese dopo l’interruzione del 2020, dovuto dello scoppio della pandemia. Questa attività, svolta dal PNALM da oltre 15 anni è importante ai fini del monitoraggio.

Si realizza attraverso sessioni di osservazione svolte specialmente in località di alta quota dove è presente il ramno, un arbusto che tra agosto e settembre produce una bacca molto appetita dagli orsi.

Le osservazioni si dividono in sessioni “mirate”, ovvero realizzate su poche postazioni in una specifica area, e sessioni in “simultanea”, ovvero condotte contemporaneamente da numerosi operatori con l’obiettivo di coprire un’area più ampia.

A queste poi si aggiunge un’ulteriore strategia di campionamento: l’uso delle fototrappole installate in postazioni strategiche.

Il monitoraggio inizia a fine aprile e termina la seconda metà di settembre, con il picco delle attività nel periodo estivo.

I risultati ottenuti vengono analizzati tenendo conto di criteri spazio-temporali (data, ora e distanza tra gli avvistamenti) e di caratteristiche peculiari degli individui (segni e/o marcature naturali e/o artificiali), così da assicurarsi che gli stessi individui non vengano contati due volte.

L’obiettivo è quello di ottenere un numero minimo affidabile dei gruppi familiari.

Unificando i risultati delle diverse tecniche, nel 2021, tra il 31 maggio e il 21 novembre, sono stati realizzati 60 avvistamenti/filmati di femmine con piccoli dell’anno.

Sulla base dei criteri spazio-temporali utilizzati, dai dati della genetica e del fototrappolaggio sono risultate 3 unità riproduttive:

A) 1 femmina con 2 piccoli nella zona di Pescosolido

B) 1 femmina con 2 piccoli nella zona di Villavallelonga-Collelongo

C) 1 femmina con 2 piccoli nella zona di Pizzone (IS)-Alfedena (AQ).

A questi risultati si aggiungono due dati: i 4 cuccioli della femmina F17 (Amarena) che sono sopravvissuti almeno fino a maggio 2021 e 2 avvistamenti nell’Alto Sangro di un giovane di un anno e mezzo.

Foto Pnalm

Ad ogni modo la presenza delle femmine riproduttive nella fascia periferica del Parco e addirittura fuori dall’area protetta è un dato estremamente positivo per la conservazione di questa specie.

Il futuro dell’orso si gioca nell’espansione specialmente delle femmine, questi dati ci dicono che qualcosa di buono sta accadendo!

A noi la responsabilità di tutelare questi animali e garantire il futuro a questi cuccioli!».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.