Progetto per la rinascita dell’orto botanico di Collemaggio

L’Aquila – Verrà restituito alla città una porzione di territorio che appartiene a tutta la comunità e attivare, come accadde nel 1965, i rapporti con la facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali dell’università dell’Aquila per destinare una parte del parco per funzioni didattico-sperimentali.

“Dopo la ristrutturazione della basilica di Collemaggio, eseguita a seguito del sisma del 2009, la Provincia dell’Aquila non poteva abbandonare un’area e un progetto di grande valenza scientifica e culturale, uno dei parchi più belli d’Italia, con i sui 6 ettari di straordinaria diversità di specie botaniche, con elementi di grande rarità”.

Lo dichiarano i consiglieri provinciali, Francesco De Santis, con delega in materia di edilizia pubblica della città dell’Aquila e Berardino Morelli, con delega all’ambiente, dopo la firma del decreto del Presidente della Provincia dell’Aquila, Angelo Caruso, che ne approva il progetto.

“Abbiamo fortemente voluto questo studio preliminare di progettazione per l’orto botanico di Collemaggio, – continuano i consiglieri – un complesso che, con la riqualificazione di questa importantissima area, rappresenta una ulteriore possibilità di valorizzazione e attrattiva turistica, oltre che di studio per appassionati e botanici. Abbiamo dato inizio a questa nuova fase di rinascita dell’orto botanico di Collemaggio e l’impegno sarà di quello di seguire costantemente tutte le fasi di pianificazione, affinché possiamo, in breve tempo,  goderne tutti pienamente”

3 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *