Pupillo: «Il Campiello a Rapino? Una vittoria straordinaria»

L’ Abruzzo impazza ancora per la vittoria del Premio Campiello 2020 da parte dello scrittore Remo Rapino e i lancianesi esultano per il concittadino narratore che è riuscito, attraverso il suo squinternato ma saggio Liborio, a guardare il mondo dalla prospettiva degli ultimi, degli emarginati e dei folli, e a diffondere il profilo antico e il dialetto di una città in tutta Italia.

Anche da parte del sindaco di Lanciano, Mario Pupillo, giungono parole di lode e di apprezzamento nei confronti del vincitore del Premio Campiello 2020: «Il Campiello a Rapino? È stata una vittoria straordinaria. Remo Rapino è entrato nell’olimpo dei grandi scrittori e ha saputo portare la storia di Liborio e il dialetto lancianese all’attenzione nazionale. Il suo romanzo, in cui egli è riuscito a caratterizzare appieno la fragilità e il candore del protagonista, è diventato un caso letterario, capace, lo ripeto ancora, di focalizzare l’interesse sul nostro territorio».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.