Quel che trovi per strada, nel Centro di Avezzano…

AVEZZANO – E’ la mattina di sabato 11 luglio 2020, stiamo camminando per Via Pagani, quella che un tempo era Via Albense, quella che prosegue, andando verso nord, e confluisce in Via Don Minzoni. Siamo a poco più di cinquanta metri da Via Corradini, dal Centro di Avezzano. Siamo a pochi metri dalla edicola di giornali e, poco distante da un’aiuola, ecco che ci appare qualcosa di sgradevole per terra.
Le immagini che seguono mostrano di che si tratta…

Come si vede assai bene, dei profilattici usati, con vicino anche la bustina di plastica argentata – originario contenitore, sono gettati per terra, e ci sono anche tracce evidenti del loro contenuto, asciugatosi sull’asfalto…
Ora al di là di tutti i facili perbenismi, dobbiamo chiederci e, ovviamente, chiedere alle Autorità Cittadine cosa altro si debba trovare per terra sulle strade della Città…
Se non erriamo, un tempo esisteva un servizio di spazzamento delle strade inserito entro il più generale servizio di Nettezza Urbana, ma oggi: chi si occupa dello spazzamento, oggi che esiste un Gestore del servizio di raccolta e trasporto dei RSU?
In realtà oggi i RSU sono gestiti come raccolta differenziata eseguita “porta a porta” mediante almeno sei cestelli diversi.
Le strade di Avezzano son sporche e lo sono proprio nel momento in cui sarebbe necessario un maggiore controllo dell’igiene delle strade.
Tempo fa fu fatta una sanificazione per le esigenze di contrasto della infezione, durante il periodo di quarantena. Ora siamo fuori della quarantena, ma il rischio è considerato ancora alto, eppure le strade sono sporche al punto che si possono trovare siringhe ed ora anche i profilattici usati e gettati via con una noncuranza che non fa certo onore a chi ne ha fatto uso e li ha poi abbandonati per strada, ma non fa neanche onore alla Città e, soprattutto, alla Amministrazione, sia pur Commissariale!
Per tacer poi della Polizia Municipale: va bene per i controlli a autovetture e al rispetto dei parcheggi e dei relativi pagamenti, ma quando gli agenti transitano per i loro controlli non guardano in terra?
Rammentiamo che gli oggetti ritrovati costituisco “rifiuto pericoloso” e per di più “rifiuto potenzialmente infetto” in quanto contenente liquidi organici e fisiologici!
E comunque chi vigila e controlla il servizio di spazzamento stradale, ammesso che sia effettuato? E cosa si vuol fare per mantenere l’igiene pubblica in periodo di rischio COVID-19 ancora esistente?
Giriamo le domande a chi di dovere, sperando, più che in una serie di giustificazioni, nella soluzione del problema, sempre ammesso che sia lecito chiederlo!
Comunque, invitiamo i cittadini che scoprissero cose da segnalare a inviare foto e posizioni all’indirizzo e-mail del Nostro Giornale, ovvero a
espressione24@gmail.com
e la Redazione avvierà controlli e porrà in evidenza quanto accade!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.