Ricoverato al Policlinico Gemelli il giovane alpinista precipitato per 20 metri per il cedimento di un appiglio

Anche le squadre del Soccorso Alpino e Speleologico Abruzzese nell’intervento in Lazio

RIETI – Il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) del Lazio è intervenuto per un complesso intervento di soccorso sulla parete nord del Murolungo sulle montagne della Duchessa, in provincia di Rieti, al confine tra Lazio e Abruzzo.

Nel primo pomeriggio di oggi un ragazzo di una cordata formata da 4 giovani, tutti di 26 anni e residenti a Roma, è precipitato per circa 20 metri, presumibilmente a causa di un cedimento di un appiglio.

Il giovane alpinista è finito poco più sotto – su un terrazzamento roccioso – inizialmente perdendo conoscenza e procurandosi diversi traumi.

Sul posto sono giunti gli uomini del Soccorso Alpino, i militari del soccorso alpino della Guardia di Finanza, un’eliambulanza della Regione Lazio e un elicottero dei Vigili del Fuoco proveniente dall’Abruzzo.

Dopo le prime cure sul posto, il ragazzo è stato recuperato tramite verricello dal tecnico di elisoccorso del Soccorso Alpino a bordo dell’eliambulanza e trasportato al Policlinico Agostino Gemelli di Roma.

Gli altri tre ragazzi, spaventati per l’accaduto, sono stati recuperati dall’elicottero dei Vigili del Fuoco e riaccompagnati in località Cartore dove avevano lasciato l’automobile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.