Rifiuta di mettere la mascherina al supermercato. Uomo aggredisce i clienti che lo hanno richiamato all’ordine

RIETI – Si ribella al richiamo di mettere la mascherina anti-Covid nel supermercato, per tutta risposta tira fuori una pistola e “spara“, ai clienti che l’avevano redarguito, uno spray urticante.

Il curioso episodio, indicativo anche del clima che si respira da un po’ di settimane, è avvenuto a Forano, provincia di Rieti.

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Poggio Mirteto, hanno infatti arrestato A.A., quarantacinquenne di origine campana, ma residente a Ponzano Romano, già noto alle forze di polizia.

L’uomo, ieri pomeriggio, in un supermercato di Forano, dopo una lite causata dal fatto che non indossasse la mascherina per il contenimento del Covid-19, ha reagito aggredendo due clienti con calci e pugni.

Durante l’alterco, l’uomo ha estratto una pistola con spray al peperoncino, con cui ha raggiunto i due malcapitati, per poi fuggire.

I due clienti hanno entrambi riportato una reazione infiammatoria agli occhi.

Sono immediatamente intervenuti, su chiamata della Centrale Operativa 112, i Carabinieri del Radiomobile di Poggio Mirteto e delle Stazioni di Casperia, Stimigliano e della Forestale di Poggio Mirteto.

Quarantaciqnuenne ha spruzzato uno spray al peperoncino. Arrestato dai Carabinieri

I militari, con l’ausilio della Stazione di Ponzano Romano, sono riusciti a risalire, in pochi minuti, anche attraverso le immagini della videosorveglianza del supermercato, all’identità dell’uomo.

Questi, A.A., 45 anni, residente a Ponzano Romano, è stato arrestato per lesioni personali aggravate e violenza privata.

Il campano, quindi, è stato portato nella propria abitazione agli arresti domiciliari, a disposizione della Procura della Repubblica di Rieti.

I due clienti aggrediti, soccorsi dal personale del 118 e trasportati all’Ospedale di Civita Castellana, provincia di Viterbo, hanno riportato ferite e infiammazioni agli occhi, con sette giorni di prognosi ciascuno.

La pistola utilizzata per sparare lo spray urticante

I rilievi di polizia scientifica, estesi anche all’area esterna del supermercato, hanno consentito di rinvenire e porre sotto sequestro la pistola con lo spray al peperoncino.

La successiva perquisizione domiciliare eseguita a casa dell’arrestato ha consentito, infine, di sequestrare una “katana” giapponese, altre due sciabole e un coltello a serramanico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.