Scout romani finiscono nell’area dell’incendio di Arischia. Salvati dai Carabinieri dell’Aquila

L‘AQUILA – Gruppo di scout di Roma, in escursione fra i monti dell’aquilano, tratti in salvo ed evacuati dai Carabinieri del posto dopo essere finti nella zona dell’incendio di Arischia.

Nella serata di ieri, 31 luglio, i Carabinieri della Compagnia di L’Aquila hanno organizzato l’evacuazione del gruppo scout C.N.G.E.I. – Roma 3 – Compagnia “Ponte Rotto”, composto da quattro minorenni e nove maggiorenni, i quali stavano compiendo il tragitto “Terre Mutate” tra Campotosto e la località aquilana di Collebrincioni. I ragazzi si sono trovati la strada sbarrata dal vasto incendio che da due giorni sta interessando i boschi situati in quella zona dei Monti della Laga e non hanno potuto far altro che accamparsi in sicurezza ai margini della S.S. 80, al Km 26,300, nei pressi del bivio della S.P. 260 per Capitignano, chiedendo aiuto per essere portati al sicuro.

La Centrale Operativa del Comando Compagnia, allertata dalla Sala Operativa della Regione Abruzzo, ha subito inviato sul posto due pattuglie del N.O.R. – Sezione Radiomobile per localizzare compiutamente il gruppo e, successivamente, altri militari della Compagnia Carabinieri si sono organizzati con più mezzi al fine di poter trasportare i ragazzi con i loro zaini, nel rispetto della vigente normativa “anti-COVID”, al sicuro nella zona più a valle dove hanno trovato ad attenderli  il responsabile Scout di L’Aquila. I ragazzi, felici per la positiva conclusione della loro avventura, hanno voluto ringraziare i militari dell’Arma che li hanno soccorsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.