Screening Covid della Asl1 ad Avezzano. Circolazione in tilt nella zona nord della città

AVEZZANO – Zona nord in tilt questa mattina ad Avezzano a causa dello screening con i tamponi molecolari anti-Covid attivato dalla Asl1.

Sin dalle prime ore del mattino, infatti, una lunga fila di auto si è incolonnata nella zona fra lo Stadio dei Pini, le rampe di entrata ad autostrade e superstrada e via delle Olimpiadi.

Attese di ore e fila che, naturalmente, si è allungata sempre più peggiorando la situazione difficile da tenere sotto controllo da parte delle forze dell’ordine.

La sensazione che se ne è ricavata è che la Asl non abbia avuto il polso della situazione e che, come sempre per Avezzano e la Marsica, le istituzioni superiori, a partire dalla Regione Abruzzo, non abbiano in alcun previsto un qualsivoglia appoggio logistico a rinforzo per consentire uno svolgimento più regolare dell’attività.

Ma tant’è, e questo è solo l’ultimo caso. Basterebbe ricordare il tendone fuori dell’ospedale mentre altrove si ricavavano ospedali e terapie intensive in strutture vere e proprie in poche settimane.

Per non parlare del potenziamento del personale che invece ad Avezzano non c’è stato e via ancora di questo passo.

Insomma, una sanità di serie B per Avezzano e la Marsica che farebbero bene, a nostro avviso, a non crogiolarsi nel sogno del nuovo ospedale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.