Seconda denuncia per il San Raffaele

Arriva la seconda denuncia per il San Raffaele di Sulmona. A depositarla in procura i parenti dell’anziano di Prezza deceduto tre giorni fa nella struttura ospedaliera dell’Aquila dopo un ricovero nella struttura riabilitativa peligna. I familiari dell’uomo chiedono nell’esposto di accertare eventuali responsabilità sul contagio e se la sua morte possa essere riconducibile al “focolaio” San Raffaele. Ed è la seconda denuncia a carico della struttura sanitaria dopo quella presentata dal fratello dell’infermiera 40enne di Sulmona. La donna, fortunatamente, è stata dichiarata fuori pericolo . I genitori, invece, rimangono ancora ricoverati.

15 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *