Silvano Di Pirro di Rifondazione Alto Sangro contro la ASL1 per i tagli alla sanità nei paesi del Parco

Pescasseroli –La montagna e la sanità negata con la soppressione delle prestazioni svolte dall’ufficiale medico sanitario nel Comune di Pescasseroli e negli altri Comuni del Parco, rende ancora di più drammatica e difficoltosa la vita dei cittadini residenti nel cuore del Parco Nazionaled’Abruzzo.

“La scelta da parte della ASL 1 di interrompere, totalmente e senza giustificazioni, il servizio dell’ Ufficiale Sanitario a favore dei Comuni montani, già fortemente penalizzati dalla loro condizione di marginalità, peggiora drasticamente le condizioni di vita e crea enormi disagi ai cittadini residenti nel Comuni montani – dichiara Silvano di Pirro- Inoltre -continua- queste scelte irresponsabiliallontanano sempre di più i cittadini dai livelli essenziali ed accettabili delle cure sanitarie e del diritto alla salute sancito dalla nostra Costituzione”.

In tempo di Covid-19 è contraddittorio tagliare e addirittura sopprimere i servizi sanitari essenziali e vitali per le aree interne. La palla passa al Comitato dei Sindaci della ASL 1 affinché si adoperi per far ripristinare immediatamente il servizio completo svolto dall’ufficiale medico sanitario nei Comuni dell’area Parco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.