Sposiamoci! Dove? Al Museo!

PESCARA – Il Museo Cascella e il Museo delle Genti d’Abruzzo a Pescara, delle cui interessantissime iniziative ho già scritto in precedenti articoli, ancora una volta si propongono come strutture di alto interesse artistico epperò attente alle persone e alle loro esigenze, non solo per indirizzare all’arte ma per esser loro vicine anche nei momenti solenni di festa e gioia.

Tra poco infatti, le coppie che decideranno di convolare a nozze potranno contare su location di tutto rispetto, quali sono appunto i due musei pescaresi, che con un’apposita delibera verranno istituiti come “casa comunale”  e potranno, attraverso apposito regolamento, definire giorni, orari e tariffe per potervi accedere e celebrare così la cerimonia nuziale.

L’iniziativa è fermamente condivisa dall’assessore alla cultura del Comune di Pescara, Maria Rita Paoni Saccone, che ha ribadito come la città sia una realtà urbana con grandi qualità, che bisogna far conoscere anche “attraverso iniziative che valorizzino al meglio i nostri beni culturali”.  All’Assessore fa eco la Presidente della Commissione Cultura, Manuela Peschi, che considera questa iniziativa un altro modo di valorizzare le strutture museali pescaresi mettendole a disposizione di coloro i quali cercano un prestigioso contesto che faccia da cornice all’importante passo che stanno per compiere. La presentazione della delibera è affidata all’Assessore ai Servizi Demografici, Patrizia Martelli; come di prassi infatti, sarà l’anagrafe a occuparsi, anche nel caso di matrimoni celebrati nei musei, dell’inter iter burocratico da sbrigare prima del gran passo.

Entrambi i musei posseggono diverse sale espositive ma, all’uopo, sono state individuate la Sala Risorgimento e le sale del Museo del Gusto, presso il Museo delle Genti.

mentre, nel Museo Cascella si sono preferite la Sala Favetta e la Sala Grande; i percorsi per giungere alle sale sono affascinanti e suggestivi, dipanandosi lungo esposizioni di grande interesse artistico e culturale ma anche botanico come accade, ad esempio, per arrivare alla Sala Grande, dovendosi attraversare l’elegante cortile esterno del Museo.

I servizi di allestimento e preparazione delle sale saranno a cura della Fondazione Museo delle Genti che, servendosi di personale specializzato, offrirà pacchetti completi per la migliore riuscita degli eventi e la valorizzazione delle cerimonie che verranno celebrate nelle sale.

Un’idea davvero interessante! Musei aperti, sposi, familiari e ospiti circondati da bellezza e amore, favoriti anche dalle esposizioni di capolavori di cui potranno godere guardandosi intorno o alzando il naso all’insù…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.