Tagliacozzo e la “Storia della borraccia della discordia”

TAGLIACOZZO – In merito alla distribuzione delle borracce in alluminio da parte di SEGEN Spa nel plesso scolastico della scuola primaria “L. Radice” situata nel comune di Sante Marie, l’amministrazione comunale di Tagliacozzo tiene a precisare che la fornitura rientra nel progetto voluto e portato avanti dalla dottoressa Alessandra Di Girolamo assessore alla politiche sociali.

In foto: l’assessore Alessandra Di Girolamo

Tale iniziativa è stata programmata dall’assessore Di Girolamo in modo da destinare le borracce a tutti plessi dell’Istituto Onnicomprensivo “A. Argoli” tra i quali è annoverato appunto anche quello sito nel comune limitrofo. Questa nobile azione volta alla sensibilizzare e alla salvaguardia dell’assemblea, tra le nuove generazioni, non va riconosciuta ad altre realtà se non alla stretta collaborazione tra il Comune di Tagliacozzo e la Segen Spa, della quale appunto Tagliacozzo è primo e virtuoso Socio. Inoltre, la distribuzione delle borracce in alluminio in tutti i plessi dell’Istituto Onnicomprensivo “A. Argoli”, si concluderà anche con la scuola paritaria dell’Infanzia “Pio XI” di Villa San Sebastiano, frazione di Tagliacozzo.

Lorenzo Berardinetti

Su tale questione la risposta del sindaco di Sante Marie Lorenzo Berardinetti è stata molto concreta: “Leggiamo con stupore la singolare presa di posizione del Comune di Tagliacozzo che si intesta la paternità della consegna nel Comune di Sante Marie delle borracce donate invece da Segen ai bambini come da documentazione allegata dove emerge chiaramente i rapporti tra gli 11 Comuni soci e la società senza alcun intermediario. Una polemica sterile che suscita ironia e perplessità. L’iniziativa, infatti, è stata presentata e promossa a tutti i Comuni soci nell’ambito dell’assemblea di Segen dal presidente Fernando Capone”. Questa la dovuta precisazione della giunta comunale del Comune di Sante Marie. A onore del vero, invece, non abbiamo mai visto e sentito l’assessore Di Girolamo per affrontare la questione del progetto delle borracce Segen plastic free. Anzi, quando nel corso dell’assemblea di Segen l’iniziativa ha preso forma e si è concretizzata, Tagliacozzo era assente. Vediamo l’assessore solo in qualche occasione quando in qualità di genitore viene a Sante Marie a riprendere i propri figli nella nostra scuola sicura, moderna e accogliente e che ha scelto per loro”.