Tagliacozzo. Nasce la nobile idea della “Spesa Sospesa”

TAGLIACOZZO – La quarantena da Covid-19 sta facendo scrivere delle pagine di solidarietà davvero belle, ed una di questa sta per esser scritta a Tagliacozzo. L’idea e l’abitudine partenopea del caffè sospeso è stata trasferita all’interno del settore alimentare, ispirando la realizzazione di progetti di spesa sospesa in diverse zone d’Italia.

Una vera e propria‘spesa sospesa’ per chi non può permettersi di farla durante la crisi anche economica causata dal Coronavirus. Ideata dalla collaborazione tra il Comune di Tagliacozzo, la Croce Rossa Italiana e da un gruppo di giovani Volontari Temporanei della CRI. In tutti i supermercati e i negozi di alimentari della città che aderiscono all’iniziativa, il cliente fa i suoi acquisti e se vuole aderire compra dei generi alimentari in più, che lascia in un carrello in fondo alle casse.

Il contenuto del carrello, a fine giornata, viene raccolto dai volontari che lo distribuiranno alle famiglie bisognose che ne fanno richiesta per i canali usualmente usati in C.R.I. Quest’altra iniziativa va di pari passo a quella dei ‘Bonus spesa’ attuata dal 31 marzo e fino alle ore 12 del 3 aprile, finanziata con fondi statali.

5 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *