Tenta furto ad autolavaggio. Pescarese riconosciuto dal padre e denunciato dai Carabinieri

CHIETI – Riconosciuto dal padre nelle immagini della videosorveglianza mentre fa un furto, pescarese denunciato dai Carabinieri di Chieti.

Lo scorso settembre, in pieno giorno e a volto scoperto, aveva estratto dal portabagagli dell’auto un piede di porco ed aveva provato, assieme ad un complice, a scardinare la cassetta cambiamonete di un autolavaggio sulla Val di Foro, nei pressi di Villamagna, un uomo di 36 anni della provincia di Pescara, denunciato per tentato furto aggravato e danneggiamento dai Carabinieri della Stazione di Villamagna. 

La cosa non è riuscita e, alla fine, i due se ne sono andati in tranquillità, ma senza bottino. Peccato che l’autolavaggio fosse dotato di telecamere che non solo hanno ripreso i due, ma anche con una nitidezza non comune la targa dell’autovettura. Gli investigatori erano scettici: chi andrebbe mai a perpetrare un furto con una macchina riconducibile in qualche modo a se stesso? Fanno ugualmente il controllo e l’auto risulta intestata ad un anziano signore del pescarese che riconosce l’auto come propria ed anche il figlio nelle immagini del tentato furto. Immediata la denuncia a piede libero per il trentaseienne. I militari ora sono al lavoro per identificare il complice.    

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.