Testa (direttore Asl1 Abruzzo) “premiato”: se ne sentiva il bisogno

L’AQUILA – Viene consegnata nei giorni scorsi a Roberto Testa, direttore generale dell’Asl 1, una targa in bronzo. Il riconoscimento va, come indicato dall’associazione che l’ha posto in essere (associazione 360° di L’Aquila), alla Asl1 “come segno di riconoscenza agli operatori sanitari della Asl, in prima fila nella lotta alla pandemia”.

La targa dunque, uno stemma con il simbolo del Comune de L’Aquila viene incassato, come detto, dal manager Testa… nonostante tutto. Perché, sebbene sia giusto premiare i medici e gli infermieri (che in questa tragedia iniziata un anno fa hanno fatto davvero molti sacrifici e corso molti rischi), ci sembra alquanto singolare consegnare una targa ai vertici della Asl1; da molto tempo ormai nell’occhio del ciclone e costanti oggetto di critiche, oggi il premio sembra davvero riscosso senza particolari meriti. Per spiegare questo parere, basta riportare alcuni dei pezzi migliori del manager Testa, ed è quello che facciamo ora.

Spillette acquistate, ma noi aspettiamo ancora di sapere il numero di vaccini disponibili
“Testa promesse come canto delle Sirene” Tiziano Genovesi, Lega
Testa, John e Marsilio nello stallo alla messicana sulla macchina dei tamponi Panther
Le proteste per il Punto Nascita di Sulmona
Il Sindaco di Avezzano che aspetta novità sul Nuovo Ospedale
Testa contro i giornali: la risposta del Sindacato giornalisti
CGIL scrive al Senato per commissione di inchiesta ASL1
Marsilio-Verì-Testa disertano incontro con i sindaci
“Carenza di tamponi nell’Abruzzo interno” Marianna Scoccia

Queste e molte altre le gesta del nostro dirigente generale della ASL 1, che potrete ricercare nel nostro sito. Ma la domanda sorge spontanea: alla luce di cotanto caos, c’è un petto sul quale appendere una medaglia? O un qualcuno che possa riscuotere a cuor leggero una targa in premio? Ai posteri l’ardua sentenza.